Diavolo d’un Cheney

Vice, Cheney e BushVice (locandina)Cheney e Bush

Un giovane senza arte né parte, espulso con demerito dall’università di Yale, si arrabatta nella vita affogando i propri guai nell’alcol, che assorbe come una spugna. Più tardi, superato il momento di crisi grazie allo sprone della donna della sua vita, Lynne, si ritroverà ad assorbire come una spugna la politica. Si vede questo, e molto altro, nel film “Vice – L’uomo nell’ombra”. Il protagonista è Dick Cheney, vicepresidente degli Stati Uniti dal 2001 al 2008, interpretato magistralmente da Christian Bale. Un bel film, che mostra luci e ombre (più che altro queste ultime) del politico americano. Si parte da […]

  

Cheney: “Waterboarding non è tortura. Rifarei tutto”

Quando era vicepresidente di Bush era considerato uno dei falchi della Casa Bianca, insieme a Rumsfeld e al neocon Wolfowitz. Oggi Dick Cheney conferma la sua fama e non indietreggia di un millimetro rispetto alla reazione avuta dagli Stati Uniti dopo gli attacchi dell’11 Settembre. Allora fu uno dei più entusiasti sostenitori del programma di interrogatori speciali condotti dalla Cia. E se l’era presa con Bush quando aveva ridimensionato quel programma nel secondo mandato della sua presidenza. Oggi, dopo la pubblicazione del rapporto della Commissione di Vigilanza sui servizi del Senato, Cheney torna a difendere la Cia e quindi anche […]

  

Matrimoni gay, le sorelle Cheney si graffiano in pubblico

Elizabeth e Mary Cheney sono ai ferri corti. Le due figlie dell’ex vice presidente degli Stati Uniti litigano in pubblico, sui giornali, in materia di matrimoni gay. La più giovane delle due sorelle, Mary (44 anni), lesbica, l’anno scorso si è sposata con la sua compagna, Heather Poe. Nonostante ciò Elizabeth (Liz), candidata alle primarie del partito repubblicano per un seggio al Senato del Wyoming, in un’intervista tv su Fox News Sunday si è detta contraria alle leggi che legalizzano i matrimoni gay: “Amo molto Mary e la sua famiglia – ha messo le mani  avanti – ma questa è […]

  

Il blog di Orlando Sacchelli © 2019