La voce dell’America

La famiglia Trump festeggia la candidatura di Donald alla Casa BiancaTrump_Cleveland

“America first!”, prima l’America. Donald Trump lo ripete più volte alla Convention repubblicana di Cleveland (leggi l’articolo). Si presenta così ai delegati (ma si rivolge a tutto il Paese): “Sono la vostra voce“. Cerca di monetizzare l’odio anti casta che serpeggia da tempo anche negli Stati Uniti. Trump insiste su due parole: “Legge e ordine”. Torna a promettere il “muro contro i clandestini”, necessario per garantire la sicurezza. E assicura: “Sconfiggeremo presto i barbari dell’Isis“. Per rilanciare l’America e farla di nuovo grande (“Make America Great Again”) indica la propria ricetta: “Più lavoro e giù le tasse per tutti”. Ribadisce […]

  

Obama al fianco di Hillary: primo comizio insieme

Obama_Hillary

L’operazione “ricompatta l’elettorato democratico” è scattata. Fase 1: fare quadrato intorno a Obama. E quale modo migliore se non farsi aiutare direttamente da lui? “Sono qui nella Carolina del Nord – dice Barack Obama a Charlotte, nella Carolina del Nord – perché credo in Hillary Clinton e voglio che voi ci aiutiate a farla diventare il prossimo presidente americano. Ha fatto tutto, ma come Ginger Rogers, all’indietro e sui tacchi”, ha aggiunto con una battuta strappa sorrisi. “Dovete scegliere tra due visioni molto diverse di dove l’America può andare – prosegue Obama – non è scelta tra destra o sinistra, […]

  

Trump e Hillary su Orlando

trump_hillary

La strage di Orlando (Florida), costata la vita a 49 persone, irrompe come un uragano nella già tesa campagna elettorale americana. I temi forti sono tre: terrorismo, immigrazione (in particolare quella legata all’islam) e la vendita di armi. Donald Trump rilancia la sua proposta di mettere al bando i musulmani dagli Usa: “Quello che è accaduto ad Orlando è solo l’inizio. La nostra leadership è debole e inefficace. Ho auspicato e chiesto il bando. Deve essere duro”, ha twittato il tycoon. In un’intervista telefonica alla Cnn Trump punta il dito contro le “molte persone che conoscevano” l’autore della strage in […]

  

Obama appoggia Hillary

Barack Obama parla ai media durante un pranzo con i giovani

Alla fine Obama ha rotto gli indugi, dando il proprio endorsement a Hillary Clinton. Qualcuno pensava che avrebbe aspettato ancora un po’, almeno fino alla fine ufficiale delle primarie, la cui ultima tappa è in prgramma il 15 giugno (Washington DC). Invece, ha sorpresa, ha anticipato di qualche giorno. L’annuncio lo ha fatto con un video, pubblicato dallo staff di Hillary dopo che il presidente aveva ricevuto Bernie Sanders alla Casa Bianca.”Non vedo l’ora di scendere in campo e fare campagna per Hillary Clinton”, dice Obama. “Non credo ci sia mai stato nessuno altrettanto qualificato per quel posto. So quanto […]

  

Usa, ricordate Kenneth Starr?

ken_starr_clinton_time

Ai più giovani il nome Kenneth Starr non dirà nulla, anche se ormai è facilissimo, andando su Google, scoprire chi è. Stiamo parlando del procuratore speciale che nel 1998 diede del filo da torcere all’allora presidente degli Stati Uniti Bill Clinton, muovendo nei suoi confronti ben 11 capi di accusa legati al Sexgate: cinque per spergiuro, altrettanti per ostruzione alla giustizia e uno per aver infranto i suoi doveri costituzionali. La storia si concluse con un umiliante impeachement votato alla Camera, dal quale Clinton uscì poi vittorioso al Senato. Oggi Kenneth Starr sostiene che Clinton è stato “il politico migliore della generazione dei baby boomers”, quello […]

  

Usa 2016, i giochi sono fatti

Trump_hillary

Le primarie negli Stati del Nordest (Maryland, Delaware, Pennsylvania, Connecticut e Rhode Island), ha sancito che la sfida finale per la Casa Bianca, il prossimo 8 Novembre, sarà tra Hillary Clinton e Donald Trump. Sono loro i vincitori dell’ultimo Super Martedi (leggi l’articolo). E saranno loro a ricevere la nomination dai rispettivi partiti. Trump ha vinto in tutti e cinque gli Stati, portando a casa 105 delegati: ora guida la corsa con 949 delegati (per la nomination gliene servono 1273). Ai suoi sfidanti le briciole: Cruz ha ottenuto un solo delegato (ora è a 544), cinque ne ha presi Kasich […]

  

Abbraccio Hillary-George W.

Si parlerà a lungo dell’abbraccio caloroso tra Hillary Clinton e l’ex presidente George W. Bush. L’incontro tra i due è avvenuto alla commemorazione di Nancy Reagan, avvenuta alla biblioteca Ronald Reagan di Simi Valley (California). Il direttore politico della Cnn, David Chalian, su Twitter ha pubblicato la foto e commentato in questo modo: “Questa potrebbe essere la foto migliore dal funerale della signora Reagan”. This may be the best photo from Mrs. Reagan’s funeral. pic.twitter.com/kX1WZP9mwi — David Chalian (@DavidChalian) 14 marzo 2016 I Bush e i Clinton sono considerati quasi due dinastie “reali”. Fra le due famiglie non è mai […]

  

Cruz-Trump: la sfida finale

TedCruz_DonTrumpTrump_Cruz

  Ormai tutti gli analisti sono d’accordo: tra i repubblicani è sfida a due. Solo Ted Cruz può ancora farcela a fermare Donald Trump. Nella tornata elettorale di sabato 5 marzo Trump è uscito vincitore dal caucus in Kentucky (36%) e dalle primarie in Louisiana (41%), Cruz si è imposto in Kansas (48%) e Maine (46%). Trump ha rotto gli indugi e, rivolgendosi agli altri concorrenti, ha chiesto loro di rinunciare alla corsa per la nomination Gop: “Vorrei competere con Cruz uno contro uno”. Poi ha inferto una staffilata a Rubio: “Ha avuto una pessima notte e personalmente lo esorto […]

  

Braccio di ferro Cruz-Trump

Trump_CruzDonald Trumpantonin_scalia

Per la prima volta il senatore del Texas Ted Cruz è in testa ai sondaggi a livello nazionale: l’ultima rilevazione di Nbc News/Wall Street Journal gli attribuisce un consenso pari al 28% tra i repubblicani, mentre Trump è al 26%. “Essere in testa è fantastico. Stiamo ricostruendo quella coalizione di elettori come ai tempi di Reagan”, ha detto Cruz durante l’ultimo dibattito organizzato dalla Cnn in South Carolina, dove si vota sabato. “Vinciamo non solo tra i conservatori ma anche tra gli evangelici, tra i giovani e tra i democratici reaganiani”, ha esultato Cruz, sebbene il vantaggio sia di misura. […]

  

Hillary fa il pieno di soldi

Hillary Clinton in New Hampshire

Avere tanti soldi è importante, ma non è sufficiente a conquistare la Casa Bianca. Certo, può aiutare a fare una buona campagna elettorale, sia per attaccare gli avversari che per difendersi, sia per far arrivare il proprio messaggio al maggior numero possibile di elettori. Per questo la caccia ai fondi (fundraising) è una delle attività più importanti per un candidato. Hillary Clinton se la cava bene con i soldi. Ha chiuso il 2015 rastrellando, nel rush finale, ben 55 milioni di dollari, portando a 112 milioni le risorse accumulate sino ad ora. Davvero un bel gruzzolo. L’obiettivo dei 100 milioni […]

  

Il blog di Orlando Sacchelli © 2019