Ora Hillary ha paura (di Sanders e non solo)

Sanders_Hillary

Hillary Clinton è in serie difficoltà, per questo attacca. Bernie Sanders spiega così le dure accuse piovutegli addosso dall’ex segretaria di Stato. I sondaggi, del resto, registrano la rimonta del senatore liberal con un testa a testa in alcuni stati chiave, come l’Iowa, e addirittura un sorpasso in New Hampshire. Insomma, tutto si può dire meno che Hillary abbia già vinto le primarie del partito democratico. “Credo che un candidato che credeva in principio di essere il predestinato – ha detto il senatore del Vermont – si trovi adesso in una corsa molto difficile in Iowa e New Hampshire. Per questo […]

  

Trump ritorna al futuro?

Trump_Biff

Si infiamma la campagna elettorale repubblicana nel New Hampshire. In un comizio Donald Trump ha usato parole di fuoco contro l’editore del più grande quotidiano del Paese, il New Hampshire Union Leader. “Un mucchio di spazzatura”, così Trump ha definito Joseph W. McQuaid. La sua colpa? Aver paragonato Trump a Biff (l’antagonista di Marty McFly), il personaggio cattivo di “Ritorno al futuro”. In realtà McQuaid non si è limitato a fare questo paragone. Ha accusato Trump di essere un “rozzo sbruffone con nessuna filosofia politica”. Ed è andato giù ancor più duramente scrivendo che le previsioni e i sondaggi secondo […]

  

La sfida inizia nel New Hampshire

kasich_rubio_bush_christie

Tra poco si farà sul serio. Ad aprire la corsa saranno i caucus dell’Iowa (1° febbraio). Secondo alcuni analisti, però, la vera sfida sarà otto giorni dopo, nello Stato del Granito, il New Hampshire, dove il 9 febbraio si terranno “primarie aperte”, nel senso che tutti (non solo i militanti) potranno registrarsi e votare per il proprio candidato preferito. In un interessante articolo Politico si sofferma sulla sfida delle sfide, quella repubblicana del New Hampshire (leggi qui). A incrociare le lame sono Chris Christie, Marco Rubio, Jeb Bush e John Kasich. Da settimane stanno facendo di tutto per rafforzarsi e […]

  

Usa, quello che i sondaggi non dicono

Bush_Trump_Rubiofavoriti_goprepublicrat-anthony-Freda-400x270

Se i sondaggi fossero davvero così importanti Barack Obama non sarebbe mai diventato presidente. A sfidare John McCain, nel 2008, sarebbe stata Hillary Clinton. E lo stesso dicasi per John Kerry: a contendere la poltrona della Casa Bianca a George W. Bush, nel 2004, sarebbe stato Howard Dean, che i sondaggi e i media liberal fino all’ultimo consideravano favorito, ma che si sgonfiò come un palloncino bucato appena ebbe inizio la corsa delle primarie democratiche. I sondaggi, così come i dibattiti, catturano l’attenzione dei media e sicuramente influenzano l’opinione pubblica, ma non sono la parte più importante delle prime fasi […]

  

Il blog di Orlando Sacchelli © 2019