Bill de Blasio ci prova: mi candido alla Casa Bianca

Bill de Blasiocandidati democratici

La lunga lista dei candidati democratici per la Casa Bianca si allunga a dismisura. Ora siamo a quota 23. L’ultimo che si è aggiunto è Bill de Blasio, sindaco ultraliberal di New York. L’annuncio arriva con un video pubblicato su YouTube intitolato “Working People First” (Prima i lavoratori), in cui De Blasio afferma che “Trump deve essere fermato. Correrò per la presidenza perché è tempo di mettere prima i lavoratori. Come presidente affronterò i ricchi, affronterò le grandi corporation e non mi fermerò finché questo governo non sarà al servizio dei lavoratori”. La sfida di de Blasio non è facile, […]

  

New York e la paura dei tassisti

Taxi a New YorkRose nel fiume

C’è allarme nel mondo dei tassisti di New York. Un gruppo si è riunito a Manhattan, sulle sponde dell’East River, vicino al ponte di Brooklyn, per ricordare un collega che si è tolto la vita gettandosi nel fiume: è il quinto caso in cinque mesi. Yu Mein (Kenny) Chow, 56 anni, birmano, moglie e figli, era disperato perché non riusciva più a mandare avanti la propria famiglia e pagare i debiti. Nella Grande Mela sono circa 150mila mila i tassisti, alla guida di 100mila “yellow cab” (taxi gialli) più i “boro taxis” (verdi). Spietata la concorrenza di Uber: sono 60mila […]

  

De Blasio bis e Trump un anno dopo

DeBlasio_vinceUsa, democratici vincono in Virginia e New Jersey

Forse pochi ci avrebbero scommesso 4 anni fa, ma Bill De Blasio è stato confermato sindaco di New York. Il democratico ha vinto con circa il 66% dei voti, contro il 28% della rivale repubblicana, Nicole Malliotakis, parlamentare dello stato di New York (padre greco e madre cubana). In un tweet il sindaco della Grande Mela ha festeggiato dicendo che con questo voto è stato inviato un messaggio alla Casa Bianca: “Non puoi pretendere di sfidare i valori di New York e vincere, signor presidente. Se ti rivolti contro i valori della tua città, la tua città contrattacca”, ha scritto […]

  

Cruz, Trump e la Mela

Trump_CruzNYork_Cruz

  Ted Cruz, senatore del Texas e candidato alle primarie repubblicane, è riuscito nell’impresa: mettere d’accordo Hillary Clinton e Donald Trump. “Almeno per una volta Trump ha ragione”, ha twittato l’ex first lady commentando il duro attacco che Cruz ha rivolto a New York e ai valori che, a suo dire, la Grande mela rappresenta. Ma cosa è successo? Prima di tutto è doveroso contestualizzare: siamo nell’ultimo dibattito tra i candidati repubblicani, tenutosi giovedi sera a Charleston (South Carolina) e trasmesso in diretta tv da Fox News. Al dibattito erano stati ammessi sette candidati, i primi secondo i sondaggi nazionali. […]

  

New York, braccio di ferro poliziotti-De Blasio

Non si placano le polemiche tra Bill De Blasio e i poliziotti di New York, che lo accusano di aver preso le parti della minoranza afroamericana, schierandosi contro il “razzismo” degli agenti. Tensione che, in almeno due occasioni, è sfociata in un gesto di vera e propria sfida che gli uomini in divisa hanno rivolto al primo cittadino della Grande mela: quando questi parlava, commemorando alcuni agenti morti, loro si sono voltati dandogli le spalle. De Blasio e il commissario di polizia della città, Bill Bratto, hanno criticato il gesto. Il sindaco ha detto che l’azione condotta da “alcuni agenti” […]

  

New York, 21 anni per comprare sigarette

L’ultima eredità che l’ex sindaco di New York, Michael Bloomberg, ha lasciato alla sua città è l’innalzamento dell’età minima per acquistare sigarette, che passa da 18 a 21 anni. Ha firmato l’ordinanza il 19 novembre scorso, poco prima di terminare il suo mandato. Dopo l’entrata in vigore ora molti esercizi espongono i cartelli “Under 21, no tobacco“. I controlli sono molto severi: per acquistare sigarette bisogna esibire un documento d’identità e i negozianti devono passarlo sotto uno scanner che ne verifica l’autenticità. Il limite riguarda anche l’acquisto delle sigarette elettroniche e gli altri tipi di tabacco. A New York è […]

  

New York, i primi cento giorni di De Blasio

Non ha gradito l’accusa di essere un ritardatario cronico. Così, per togliersi un sassolino dalle scarpe, ha deciso di prendere di mira un politico “puntuale”, l’ex presidente George W. Bush. “Io ritardatario? George Bush era puntuale, e guardate come ha lasciato il Paese”.  Il sindaco di New York, Bill de Blasio, usa questa battuta velenosa per rispondere a chi lo criticava, in primis il New York Times, che lo ha intervistato per fare il punto dei suoi primi cento giorni.  Il quotidiano scrive che il sindaco arriva agli appuntamenti sempre con almeno un quarto d’ora di ritardo, ma a volte […]

  

New York, l’eredità di Bloomberg

Bill De Blasio, nuovo sindaco di New York (enterà in carica a gennaio), quando si insedierà a City Hall troverà un tesoretto: un avanzo di bilancio pari a 2,4 miliardi di dollari. La stima è stata fatta dall’Independent Budget Office, che ha anche previsto un avanzo di circa due miliardi di dollari per l’anno fiscale 2015. Insomma, i conti del Comune godono di ottima salute, anche se ci sono un po’ di problemini da affrontare: i sindacati reclamano il rinnovo dei contratti per i dipendenti e circa sette miliardi di dollari di arretrati e Michael Bloomberg ha già messo in […]

  

New York deve risarcire 365mila dollari a Occupy Wall Street

La Corte distrettuale di Manhattan ha dato ragione agli “indignados” americani: l’amministrazione della città di New York dovrà risarcirli con 366mila dollari, la maggior parte dei quali (280mila) per i beni che andarono distrutti durante lo sgombero del 15 novembre 2011 allo Zuccotti Park, centro nevralgico di Occupy Wall Street. Il movimento aveva denunciato la distruzione di migliaia di libri della “Peoples Library”, la “biblioteca della gente” allestita nella piazza grazie a numerosi donazioni: degli oltre 5.000 volumi rimossi nello sgombero, solo un migliaio furono recuperati. Per questo danno il movimento ha chiesto una somma pari a 47.000 dollari. “Si […]

  

Quanto ci mancano le Torri gemelle

Erano altissime e svettavano sul cielo di Manhattan. Immortalate in centinaia di film (da una ricerca fatta dovrebbero essere 710) e miliardi di scatti fotografici, le Torri Gemelle furono inaugurate ufficialmente il 4 aprile del 1973.  I due edifici più alti nel mondo, un vero e proprio orgoglio per la Grande mela. Il primato d’altezza (417 metri per 110 piani) lo persero quasi subito, un anno dopo, con la costruzione della Sears Tower di Chicago. Ma le torri di New York non persero mai il loro fascino, proprio perché gemelle. Modificarono lo skyline di Manhattan diventando un’icona mondiale, simbolo della […]

  

Il blog di Orlando Sacchelli © 2019