Usa, quello che i sondaggi non dicono

Bush_Trump_Rubiofavoriti_goprepublicrat-anthony-Freda-400x270

Se i sondaggi fossero davvero così importanti Barack Obama non sarebbe mai diventato presidente. A sfidare John McCain, nel 2008, sarebbe stata Hillary Clinton. E lo stesso dicasi per John Kerry: a contendere la poltrona della Casa Bianca a George W. Bush, nel 2004, sarebbe stato Howard Dean, che i sondaggi e i media liberal fino all’ultimo consideravano favorito, ma che si sgonfiò come un palloncino bucato appena ebbe inizio la corsa delle primarie democratiche. I sondaggi, così come i dibattiti, catturano l’attenzione dei media e sicuramente influenzano l’opinione pubblica, ma non sono la parte più importante delle prime fasi […]

  

Primarie repubblicane, schiaffo ai Tea Party

Nessuno pensi che i Tea Party siano morti. Resta il fatto che il movimento antitasse ha accusato il colpo. Stiamo parlando di una prima tornata di primarie che si è svolta in pochi stati in vista del voto di midterm e che ha fatto registrare una dura battuta d’arresto per i Tea Party, a vantaggio dei candidati dell’establishment repubblicano. I Tea Party però non demordono in vista delle prossime sfide e guardano già alle primarie per la Casa Bianca, sperando di individuare e spingere fino alla vittoria il cavallo vincente, in grado di avere maggiori chance di quelle che ebbe […]

  

Il blog di Orlando Sacchelli © 2019