Marsiglia

-Dall’alto dei gradini della stazione Saint-Charles, Guitou, come lo chiamava ancora sua madre, contemplava Marsiglia. “La grande città”. Sua madre ci era nata, ma non gliel’aveva mai fatta vedere. Malgrado le promesse. Adesso era lì. Solo. Come un adulto.- Così inizia Chourmo, il cuore di Marsiglia. Guitou é un adolescente, durante le vacanze ha vissuto la sua prima storia d’amore con Naīma, una giovane e bella ragazza musulmana, per questo è a Marsiglia dopo aver rubato 1000 franchi dal cassetto di famiglia. Saint-Charles, Boulevard d’Athènes, La Canabiére, Vieux-Port, La Samaritaine, -ci incontriamo li alle sei.- Ed è gia Marsiglia, dove […]

  

Total Khéops

E poi Parigi. Città difficile per un marsigliese, decise di provare per tre mesi, (curioso ma in quegli anni anch’io partii per Parigi per tre mesi) Jean-claude continuò a collaborare come redattore capo con la Vie Mutualiste che intanto era diventato a un magazine con il nome di Viva, rientrò presto da Parigi per collaborare con una radio, Forum 92. A Parigi viveva in rue Paul Bert, non lontano dal Père Lachaise e a due passi da rue Faidherbe nel’11° arr. Scriveva moltissimo, Izzo, due sceneggiature: Une mort olympique e La Mort Couleur d’Automne, iniziò Lou, una storia sulla vita […]

  

Marsiglia non è una città per turisti

“Marsiglia non è una città per turisti, non c’è nulla da vedere. La sua bellezza non si fotografa. Si condivide, trova una spiegazione solo nella sua luce”. Marsiglia per Izzo è sempre stata “una verità alla luce del sole”. Nel 1945 in Rue Brunettière nacque Jean-Claude “Si viveva di poco, semplicemente, le lasagne la domenica, allegria e canzoni; mia madre mi raccontava che ero un bambino tranquillo “ “Mio padre tornava tardi la sera. Tornava la notte. Ricordo il suo bacio e la puzza di sigarette sui suoi vestiti.” Si viveva di pane e idee di socialismo. ( Ricordo anch’io […]

  

Marsiglia l’ultimo che arriva è marsigliese

Marsiglia o Massalia per I Greci esiste da 26 secoli, fu fondata da un focese, Protis e dalla ligure Gyptis, figlia di un re. La storia inizia a Torello, un piccolo paese in provincia di Salerno. Gennaro Izzo detto Ciccio quel giorno camminava verso una incognita, si doveva partire, per fame, per miseria; andava bambino verso una nave che lo avrebbe sbarcato a Marsiglia e dove sarebbe diventato un nabos, cosi erano chiamati gli italiani allora. Era il 1929, arrivò con il Mistral, Gennaro, e andò a vivere nel Panier, quartiere di vicoli scuri come carrugi genovesi, abitato da povera […]

  

Lo straniero

Oggi la mamma è morta. O forse ieri non so. Ho ricevuto un telegramma dall’ ospizio: “Madre deceduta. Funerali domani.” – Così inizia Lo Straniero di Albert Camus, uscito nel 1952. Pubblicato per la prima volta nelle Edizioni Gallimard. Mersault è un uomo qualunque con una vita ordinaria, indifferente al mondo e a chi e cosa lo circonda, vive in un piccolo paese di mare, poco lontano da Algeri, nella luce e nel sole del Mediterraneo. Nulla lo tocca, ne lo turba, ne il cane del vicino di casa che un giorno scomparirà, ne della violenza su una donna del […]

  

La Casa sul Mare La Villa Francia 2017 colori 107”

Robert Guédiguian , è un Marsigliese di origini Armene e di madre tedesca. La sua città natale ma soprattutto L’Estaque, un tempo porticciolo di pescatori con poche barche, è il set ideale per un regista che ama parlarci di un tempo “strutturato dal mondo operaio” “Per me, uno dei problemi più seri della società odierna è il fatto che non esista più una coscienza di classe. Nel senso che non si può nemmeno più parlare di ‘classe operaia’, è per questo che parlo di ‘povera gente’. Eppure, la coscienza di far parte della ‘povera gente’ non esiste”.  R.G Il primo […]

  

La peste

La peste, la morte nera nell’ immaginario collettivo, arrivò in Europa nel 1350 e causò la morte di un terzo della popolazione dal Mediterraneo fino ai paesi nordici. Figlia di un gesto premeditato: il Khan Ganibek, capo dei Tartari, lanciò alcuni corpi di suoi soldati morti aldilà delle mura di Caffa, avamposto commerciale di Genova, in quei tempi potente Repubblica Marinara. Fu la fuga dei Marinai genovesi a portarla a Genova e nel Mediterraneo, e in Europa rimase ripresentandosi ogni 10-15 anni. L’ultima grande epidemia si manifestò in Cina a fine 800 contagiando oltre 30 milioni di persone e uccidendone […]

  

Paisage de l’exile

A proposito di un  progetto fotografico di  lungo termine.   Come nasce un idea e quando questa idea diventa un progetto fotografico? In che momento in quale occasione, perchè e quando inizia, per quanto tempo rimane nascosta dentro di noi, sotterranea e innocente nel magazzino delle immagini che ognuno di noi possiede : giorni, mesi, anni? La Genesi. Anaparastasi: Ricostruzione di un Delitto  Film in B&W di Theo Angelopoulos. Era il 1975 a Parigi dove muovevo, in povertà, i primi passi da emigrante fotografo. Ero ospite allora  di amici cineasti, una sera guardammo una video cassetta di questo film, la […]

  

Verdun

VERDUN  49°10’00.12”N   5°22’59.88”E   262 m m.s.l 19 Dicembre 1916   Verdun: Prima Guerra Mondiale. Il 19 dicembre 1916 terminò la battaglia tra le armate tedesche e francesi, era iniziata il 21 febbraio 1916, fu la più terribile e sanguinosa battaglia sul fronte occidentale: I morti furono più di 400.000, non ci furono né vincitori né vinti.   Non fu la sola grande carneficina: le Ardenne, la Marna, la Somme, ma anche Caporetto e il Piave, fu la Prima Guerra Mondiale, morirono tra militari e civili, includendo la Rivoluzione Russa e il Genocidio Armeno: circa 30/40 milioni di persone. Poi nel […]

  

Chile: Il Rumore delle Sciabole

11 Settembre 1973: un colpo di stato condotto dal Generale Augusto Pinochet Ugarte appoggiato dall’ Armada (marina) e dall’aviazione  cancellava il progetto politico, economico e sociale di Salvator Alliende Gossens e di Unidad Popular. Con la presidenza di Allende e di Unidad Popular iniziò nel paese il più grande e ambizioso processo di cambio sociale, economico e politico nella storia del Chile e dell’America Latina escludendo la Cuba di Fidel Castro: la via Chilena al Socialismo. La nazionalizzazione del rame, riforma Sanitaria e scolastica, distribuzione del latte per bambini e riforma agraria erano gli obbiettivi principali del Governo di Alliende. […]

  

Il blog di Ivo Saglietti © 2020
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>