“Magistrati e sinistra responsabili dell’emergenza rifiuti”. Parla ex assessore e presidente Ama

Emergenza-rifiuti-Campidoglio-851x568

Sull’emergenza rifiuti a Roma grandi responsabilità sono da attribuire alla magistratura e alla sinistra estrema, dichiara Giovanni Hermanin a noi del Negazionista. Per Hermanin infatti, che è stato assessore all’ambiente della Regione Lazio dal 1995 al 2000 e presidente dell’Ama dal 2006 al 2008, “La sinistra estrema (DP, Rifondazione etc.) ha sempre fatto dell’opposizione ai termocombustori una questione identitaria del tutto indifferente alla questioni di merito. Infatti -prosegue l’ex presidente dell’Ama- nel momento in cui all’inizio degli anni 2000 le Giunte di centrosinistra avevano costruito il sistema (raccolta differenziata, TMB e trattamento dell’indifferenziato, impianti di separazione del multimateriale) che avrebbe […]

  

Monnezza? Vogliamo Manlio Cerroni Sindaco di Roma!

manlio-cerroni

Roma. Sono passati sei anni dalla chiusura della discarica di Malagrotta, e, come ci ricordava Rosa Filippini -già presidente dell’associazione ambientalista Amici della Terra, in un articolo pubblicato su Astrolabio (ormai) nel 2017- i rifiuti romani continuano a viaggiare per l’Italia e per il mondo e non c’è informazione sui trattamenti a cui sono sottoposti, sulle destinazioni, sui costi. Non ci sono proposte da parte di Regione e Comune per una loro gestione efficiente e ambientalmente compatibile né una visione chiara e comprensibile per il futuro. Spesso, in molti quartieri romani, non c’è nemmeno la raccolta e si rischia l’emergenza […]

  

Roma ha bisogno di un inceneritore. Per spazzare via la demagogia di Raggi e Zingaretti

    Con i rifiuti, a Roma, questa volta stiamo arrivando davvero al collasso. Dopo anni di false prospettive, con le quali si è fatto credere ai cittadini che i rifiuti potessero scomparire solo con la raccolta differenziata e senza fare impianti, oggi i nodi vengono al pettine. Zingaretti, dopo anni di immobilismo e di saturazione delle discariche esistenti, dopo aver vantato la chiusura di Malagrotta senza una soluzione alternativa, non trova di meglio che proporre l’apertura di una nuova “piccola” discarica, ovvero una discarica da quasi tre milioni di tonnellate che dovrebbe durare fino al 2025. In realtà, in […]

  

I 5 stelle vogliono riempire l’Italia di pale eoliche (e poi fanno le barricate contro la Tap per 200 ulivi)

“Faremo di tutto per bloccare il colpo di mano.  E’ inaccettabile che un’opera inutile, anzi dannosa come il gasdotto Tap venga inclusa tra quelle considerate strategiche. Inoltre sarebbe l’ennesimo abuso di una politica che scavalca qualunque processo democratico e calpesta le comunità locali in ossequio alle grandi lobby delle fossili”. Così i deputati pentastellati a dicembre del 2017 si scagliavano contro il governo Gentiloni che voleva “militarizzare” i cantieri della Tap, presentando un emendamento alla manovra per trasformare i cantieri in “siti di interesse strategico nazionale”.  E più di recente, a dichiarare la sua contrarietà alla Tap è stata il ministro per […]

  

La Terra dei fuochi è una balla che ha distrutto l’economia campana. Parola di esperti

La settimana scorsa tutta la stampa è tornata a parlare della cosiddetta Terra dei fuochi dopo che il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa ha dichiarato che nelle pieghe del bilancio del ministero aveva già recuperato i primi 20 milioni di euro da destinare alle bonifiche di quei territori.L’ascesa di Costa -generale fortemente voluto da Luigi Di Maio al dicastero di via Cristoforo Colombo- è legata infatti a doppio filo con l’inchiesta bufala sulla Terra dei fuochi, indagine che ha provocato, nel triennio 2012-2014, il collasso del settore agroalimentare regionale con la distruzione di centinaia di piccole e medie imprese per un […]

  

I grillini faranno la Tav

INTERVISTA CON PIERLUIGI MAGNASCHI, DIRETTORE DI ITALIA OGGI. di Enrico Salvatori La Lega e il Movimento 5 Stelle hanno da sempre idee piuttosto diverse riguardo ai grandi interventi infrastrutturali; lo stesso Di Maio ha dichiarato che “l’era delle grandi opere è finita”. Sappiamo che la realizzazione della TAV Torino-Lione è messa in forte discussione, così come altri 100 progetti considerati prioritari dal governo precedente, che nel complesso costerebbero 133 miliardi di euro. Finora sono stati investiti 98 miliardi di euro, ma se prevalesse la linea pentastellata sarebbero a rischio anche alcune opere promosse fortemente dalla Lega. Pierluigi Magnaschi, direttore di […]

  

Energie rinnovabili. Con la sinistra bollette aumentate del 40%. Ricordatevelo prima di votare

Quando a Novembre Gentiloni, Calenda e Galletti hanno presentato la nuova Strategia energetica nazionale (Sen), i giornali filogovernativi ne hanno parlato come un progetto straordinario studiato per far risparmiare soldi in bolletta agli italiani incentivando le energie rinnovabili, ma in realtà scopriremo come -per compiacere l’Onu e qualche ambientalista da strapazzo- favorisce al contrario un aumento delle tasse per famiglie e imprese. Nel documento del governo è infatti spiegato chiaramente che uno degli obiettivi è quello di aumentare al 2030 di oltre un terzo la produzione di energia elettrica rinnovabile. “Noi ad oggi”, spiega Rosa Filippini degli Amici della Terra, “per […]

  

Trump licenzia i “Verdi” che hanno impoverito gli USA

Martedì scorso, durante il suo primo discorso sullo stato dell’Unione, il presidente Trump si è vantato del suo aggressivo programma di deregolamentazione ambientale, spiegando che durante il suo mandato ha posto fine alla “guerra” contro l’energia e il carbone americano, visto che migliaia di lavoratori dell’industria carboniera hanno perso il lavoro per colpa del predecessore Obama, a causa della concorrenza da fonti energetiche a basso costo come il gas naturale e le energie rinnovabili. Per contrastare queste politiche sciagurate infatti The Donald, ad ottobre del 2017, ha firmato “una proposta di legge con l’obiettivo di abrogare il cosiddetto Clean Power […]

  

Roma. Quanto vale e a chi conviene l’emergenza rifiuti

Sui rifiuti romani, da qualche giorno, stiamo assistendo ad una messinscena con il solito disonorevole rimpallo di responsabilità tra il presidente della Regione Lazio Zingaretti e il sindaco di Roma Virginia Raggi. Ma più di qualcuno è convinto che chi governa il territorio laziale stia favorendo, di fatto, una emergenza rifiuti. E che forse la pretenda. Per riaprire discariche, ampliarle e avvantaggiare gli affari dei soliti noti. Il primo a lanciare l’allarme è stato Francesco Storace, che in un editoriale sul Giornale d’Italia ha scritto di recente “Il fine e’ creare l’emergenza. Perche’ lo prevedono le leggi del business”. “In particolare- continua Storace- e’ […]

  

Il blog di Enrico Salvatori © 2019