“Faremo di tutto per bloccare il colpo di mano.  E’ inaccettabile che un’opera inutile, anzi dannosa come il gasdotto Tap venga inclusa tra quelle considerate strategiche. Inoltre sarebbe l’ennesimo abuso di una politica che scavalca qualunque processo democratico e calpesta le comunità locali in ossequio alle grandi lobby delle fossili”. Così i deputati pentastellati a dicembre del 2017 si scagliavano contro il governo Gentiloni che voleva “militarizzare” i cantieri della Tap, presentando un emendamento alla manovra per trasformare i cantieri in “siti di interesse strategico nazionale”.  E più di recente, a dichiarare la sua contrarietà alla Tap è stata il ministro per […]