papa-boliviaPapa Francesco sul tetto del mondo, a 4mila metri, in Bolivia. Seconda tappa del suo viaggio latino-americano, dopo i tre giorni in Ecuador. Bergoglio ha abbracciato la folla a La Paz (oltre 500mila persone lo hanno aspettato all’aeroporto e lungo le strade della città) e ha incontrato il presidente boliviano, Evo Morales che ha regalato al Pontefice un dono piuttosto insolito: una croce di legno sullo sfondo di una falce e martello. Bergoglio, come si nota dalla foto, ha osservato il bizzarro regalo con un po’ di sospetto. E, a quanto riferito da alcuni mezzi di informazione tra i quali Aleteia, Francesco – ricevendo il discusso dono da Morales, ha mormorato “Esto no está bien” (“Questo non va”).

Morales, primo presidente indio dello Stato boliviano, ha accolto il Papa all’aeroporto più alto del Pianeta, mettendogli al collo una “chumpa”, ovvero un sacchetto di lana contenente le foglie di coca che il Papa potrebbe masticare per combattere il mal di montagna e di altitudine. Su questa ipotesi si sono concentrati gli articoli di numerosi colleghi vaticanisti: Bergoglio masticherà foglie di coca? Staremo a vedere.

Intanto godiamoci la visita del Pontefice in Sudamerica, con immagini spettacolari: come quella del Papa con indosso un poncho di lana bianco, o una folla festante con indosso tradizionali abiti coloratissimi e le donne con i tipici cappelli a bombetta. “L’abbraccio col popolo ‘nigro’”, scrive su Twitter il vaticanista dell’Agi, Salvatore Izzo. “Mano tesa del Papa al presidente Morales, la Bolivia un laboratorio di libertà e diritti”.

Il Papa si fermerà tre giorni in Bolivia prima di ripartire per la terza e ultima tappa del viaggio, in Paraguay.

Twitter: SereNere76

Tag: , , , ,