medjugorje3Ci risiamo! Questa volta è la diocesi di Padova a negare un incontro della veggente di Medjugorje, Marija Pavlovic, a Cittadella dove si erano riunite oltre 600 persone per ascoltare la testimonianza della donna. E’ il secondo caso nel giro di pochi mesi, dopo il ‘niet’ della diocesi di Modena per un incontro, in programma il 20 giugno, a Sestola con la veggente Vicka Ivankovic.

Avevamo già scritto di una indicazione del Vaticano nella direzione di un ‘isolamento’ dei veggenti di Medjugorje. Un orientamento che viene sempre più spesso messo in pratica.

A dare notizia del divieto dell’incontro di Marija con i fedeli a Cittadella è “Il Mattino di Padova”. “La mia presenza a Cittadella ha scatenato l’inferno – ha detto la veggente a quanto riferisce la collega Silvia Bergamin – la Curia di Padova ha diffidato gli organizzatori a farmi pregare con voi. Ho deciso comunque di incontrarvi. Non sono una visionaria, sono una persona tranquilla. Non voglio disobbedire alla Chiesa, ma penso che la preghiera non faccia mai male. Il mio viaggio continua, torno a Medjugorje. Non posso pregare con voi, non posso portare la mia testimonianza, ma nessuno potrà impedirmi di pregare nel mio cuore”.

La diocesi di Padova, contattata dal Giornale, ha semplicemente riferito di aver “indicato ai sacerdoti e fedeli quali sono le indicazioni dei vescovi della ex Jugoslavia del 1991 relative a Medjugorje e le attenzioni della Congregazione per la Dottrina della Fede” in merito.

“La Congregazione per la Dottrina della Fede – spiega in una nota la Diocesi – segnala che, in attesa di ulteriori disposizioni da parte della Santa Sede, le comunità cristiane – vescovi, sacerdoti e fedeli – sono tenuti ad attenersi a quanto già stabilito dai vescovi della ex Jugoslavia nella dichiarazione di Zara del 10 aprile del 1991: ‘Sulla base delle ricerche finora compiute, non è possibile affermare che si tratti di apparizioni o di rivelazioni soprannaturali‘. Non è perciò consentito al clero e ai fedeli di nessuna Diocesi di partecipare a incontri, conferenze o celebrazioni pubbliche nelle quali verrebbe data per scontata la loro attendibilità”.

Twitter: SereNere76

Tag: , , ,