papa-africaLa rivoluzione di Papa Francesco per la Pasqua 2017 passa attraverso una scelta fortemente simbolica: sarà una donna laica, la biblista francese Anne-Marie Pelletier, docente di Sacra Scrittura ed ermeneutica biblica, a scrivere le meditazioni che verranno lette il 14 aprile, venerdì santo, durante il tradizionale rito della Via Crucis presieduto dal Pontefice al Colosseo. Non è la prima volta di una donna. Era già successo nel 2011, quando toccò a suor Maria Rita Piccione e l’anno successivo ai coniugi Danilo e Anna Maria Zanzucchi. Ma questa volta si tratta della prima occasione in cui l’intera meditazione viene scritta da una donna laica.

La professoressa Pelletier, personalità di spicco del cattolicesimo francese contemporaneo, ha ricevuto il Premio Ratzinger nel 2014.
“Una buona morale cristiana non dovrebbe di fatto essere tutta dedita a celebrare le vite rettilinee e a condannare quelle zigzaganti, e ciò in virtù di alcuni semplici principi, che non ammettono discussione?”, ha scritto recentemente Pelletier, in un articolo pubblicato dal francese La Vie e tradotto dall’Osservatore Romano, in risposta alle critiche riservate da alcuni ambienti cattolici all’esortazione apostolica del Papa sulla famiglia, Amoris Laetitia.

Una scelta che si inserisce nel desiderio di Bergoglio di dare sempre più spazio alle donne nella Chiesa. “Una società che umilia le donne è priva di futuro”, ha scritto recentemente Pelletier, collaboratrice del mensile “Donna Chiesa Mondo” dell’Osservatore Romano diretto da Lucetta Scaraffia.
Con il Papa argentino le meditazioni sono state affidate, nel 2013 a un gruppo di giovani libanesi, nel 2014 a monsignor Giancarlo Bregantini, nel 2015 a monsignor Renato Corti e l’anno scoro al cardinale Gualtiero Bassetti.

Twitter: @SereNere76

Tag: , , ,