Il tesoretto, dove lo metto?

Il tesoretto, dove lo metto? Diamolo ai poveri, dice Pier Carlo Padoan, così arriveranno alla fine del mese. «Una redistribuzione più equa delle risorse – sostiene il ministro dell’Economia – favorisce la crescita». No, diamolo ai ricchi, replica Raffaello Vignali, così spenderanno di più. «Servirebbe una nuova dual income tax e un credito d’imposta per gli investimenti produttivi – spiega il responsabile per lo Sviluppo economico di Ncd – In questo modo si introdurrebbe un forte premio fiscale a chi rischia capitali propri e si rimetterebbe in moto il sistema». Un miliardo e sei non sono bruscolini, soprattutto con questi […]

  

Romanzo Quirinale: regna ancora King George

Pietro Grasso, ormai suo vicino di stanza lì a Palazzo Giustiniani, lo va a trovare un paio di volte al giorno: con la scusa di informarlo sulla sua attività di reggente, spera nell’aiuto decisivo per salire al Colle. Un altro aspirante al Soglio, Giuliano Amato, è invece in contatto costante. Per altri ancora, come gli ex segretari di Ds e Pd, ogni motivo è buono per telefonargli e ottenere qualche consiglio utile. Talvolta è lui stesso a chiamare. Lo ha fatto l’altro giorno, rintracciando Walter Veltroni a Santiago del Cile. Insomma, niente giardinetti per Giorgio Napolitano, che non ha nessuna […]

  

Romanzo Quirinale. Speriamo che sia femmina, tifo rosa sul Colle

Certo, per la “squadra rosa” del Quirinale il ritiro di Emma Bonino, che si è chiamata fuori dalla corsa per motivi di salute, è stato davvero un brutto colpo. E non solo per un fatto umano, per una ovvia solidarietà di fronte alla malattia, ma perché era proprio sull’ex ministro degli Esteri che le tante donne del Colle puntavano per vedere rovesciata una tradizione finora soltanto maschile. Tramontata la Pinotti, in ombra la Cattaneo, mai decollata la Cartabia, defilata la Finocchiaro, non pervenute le altre: quale altra regina all’orizzonte può prendere il posto di King George? Eppure loro sperano ancora, […]

  

Un anticomunista sul Colle. Napolitano agli ex ds: conservatori

Dunque, la Cgil difende “interessi corporativi” e gli ex comunisti del Pd sono “conservatori”. Parole di Giorgio Napolitano, una vita nel partito. Ma adesso, dopo aver iniziato il suo novantesimo anno, dopo aver imboccato l’ultima – o la penultima? – curva del suo mandato, e soprattutto dopo aver avuto nel weekend un incontro riservato con Mario Draghi, il capo dello Stato ha tagliato anche quello che restava del cordone ombelicale. C’eravamo tanto amati. Lo strappo finale si è consumato sul lavoro, quando il capo dello Stato, inaugurando al Quirinale il nuovo anno scolastico, ha strapazzato i suoi antichi compagni del […]

  

Storia di Pasqua: Don Luigi e il lupo smarrito

-Padre, vorrei confessarmi. -Sono qui, figliolo. Raccontami tutto. -Che devo dire? -Beh, comincia a dirmi quand’ e’ stata l’ultima volta che ti sei confessato. -L’ultima è stata anche la prima. -Cioè, questa è la seconda. -Vede, padre, non sono molto esperto di cose di chiesa. Don Luigi non si scompone. Ne ha viste troppe. Sono anni che il parroco di Vetralla accoglie bisognosi e sbandati vari nell’oratorio di San Francesco, che trova lavoro a tossici e ragazze madri, che sfama e rimette in piedi i relitti umani della zona. Nessuno viene rimandato indietro, l’estate scorsa ha pure organizzato una spaghettata […]

  

Martini Eden, in sei racconti l’Eden del Martini: stirred or shaken?

Piaceva a Roosevelt e a Kruscev, a Bunuel e a Scott Fitzgerald.  Soprattutto, piaceva a Dorothy Parker: <Adoro berne uno, al massimo due, al terzo sono sotto il tavolo, al quarto sotto il mio ospite>. Anche Truman Capote lo considerava pericoloso, ma in un altro senso: <E’ come spararsi una pallottola d’argento>.  E che dire di un duro come Humphrey Bogart, costretto sul letto di morte a fare autocritica: <Non avrei mai dovuto abbandonare lo scotch>. Ma per Cole Porter era <la sola fonte di giovinezza>. Ernest Hemingway poi doveva trovarla leggerino,  se sentì il bisogno di battezzarne la variante strong, […]

  

Miracoli italiani: a Budoni una Madonna salva i naufraghi

Chiedetelo a Marcello, quattro notti in alto mare e quattro giorni aggrappato al battellino di gomma, chi è stato a salvarlo. Domandatelo in paese, al parroco o al barista, come ha fatto l’equipaggio dl Baglietto della Guardia di Finanza a salvare la pelle. Andate a Punta de il Turci, dove quel magnifico Swan di diciotto metri ci ha lasciato la chiglia e per poco anche qualche vita, come sono affilati gli scogli di granito. Fate un salto sulla spiaggia grande di Budoni e cercate i resti del peschereccio: andò bene pure quella volta. A Porto Ottiolu, trenta chilometri a sud […]

  

Il Sacro Gra, il bar di Paula e l’elefantina Mia: dopo il film, il libro

  Dentro che noia, sempre a guardare gli acrobati e a fare i numeri con la palla. Così l’altro giorno ha deciso di uscire: guardo fiero, portamento eretto, passo lento e regolare, Mia ha salutato gli amici e ha imboccato l’entrata numero 11 del Grande raccordo anulare senza nemmeno rispettare lo stop. Voleva fare un giretto, due passi tanto per sgranchirsi la proboscide, e  ha scoperto le macchine, l’ingorgo, i fotografi, i pompieri, la polizia, gli elicotteri, un po’ di vita. Ma è durata poco, l’hanno ripresa dopo un paio d’ore. Adesso Mia, 46 anni e due tonnellate, lavora di […]

  

Memorial Marta Russo: l’onorevole Vezzali e il duello infinito

Lo scontro infinito tra Dario Spampinato e Massimo Cimaglia, docenti di scherma scenica al Lungotevere club: tre minuti di fendenti, parate e traversoni, oltre cento colpi di fila,  quasi più dei Duellanti di Ridley Scott. Se non è un fraseggio-record, poco ci manca. Il ritorno del Cobra: Valentina Vezzali se la vedrà con Arianna Errigo, argento individuale e oro a squadre a Londra. La resa dei conti tra Valerio Aspromonte e Giorgio Avola, olimpionici di fioretto. La sfida tra Luigi Samele e Enrico Berrè, star della sciabola.  IL CASO MARTA RUSSO – Questi i piatti forti della kermesse <Una stella per […]

  

“Siamo Superman e Bruce Lee”. E i grillini mangiarono la kriptonite

Sarà il caldo, sarà che sono ancora un po’ naïf. O forse, chissà, si tratta solo di un’operazione di pubbliche relazioni. Magari si sentono tagliati fuori dai giochi e quindi cercano di attirate l’attenzione così. Certo, ormai agli eccessi mediatici e ai toni apocalittici dei grillini ci siamo tutti abituati: ma i supereroi che c’entrano? Di quale complessa strategia politica fanno parte? E Nembo Kid, qual è il suo posto nel Pantheon del M5S? La fantasia al potere, le favole come strumento di propaganda. Luigi Di Maio, giovanissimo vicepresidente della Camera, però deve aver avuto qualche vertigine da alta quota. […]

  

Il Re di sciabole © 2018