-Padre, vorrei confessarmi. -Sono qui, figliolo. Raccontami tutto. -Che devo dire? -Beh, comincia a dirmi quand’ e’ stata l’ultima volta che ti sei confessato. -L’ultima è stata anche la prima. -Cioè, questa è la seconda. -Vede, padre, non sono molto esperto di cose di chiesa. Don Luigi non si scompone. Ne ha viste troppe. Sono anni che il parroco di Vetralla accoglie bisognosi e sbandati vari nell’oratorio di San Francesco, che trova lavoro a tossici e ragazze madri, che sfama e rimette in piedi i relitti umani della zona. Nessuno viene rimandato indietro, l’estate scorsa ha pure organizzato una spaghettata […]