Romanzo Quirinale: regna ancora King George

Pietro Grasso, ormai suo vicino di stanza lì a Palazzo Giustiniani, lo va a trovare un paio di volte al giorno: con la scusa di informarlo sulla sua attività di reggente, spera nell’aiuto decisivo per salire al Colle. Un altro aspirante al Soglio, Giuliano Amato, è invece in contatto costante. Per altri ancora, come gli ex segretari di Ds e Pd, ogni motivo è buono per telefonargli e ottenere qualche consiglio utile. Talvolta è lui stesso a chiamare. Lo ha fatto l’altro giorno, rintracciando Walter Veltroni a Santiago del Cile. Insomma, niente giardinetti per Giorgio Napolitano, che non ha nessuna […]

  

Romanzo Quirinale. Speriamo che sia femmina, tifo rosa sul Colle

Certo, per la “squadra rosa” del Quirinale il ritiro di Emma Bonino, che si è chiamata fuori dalla corsa per motivi di salute, è stato davvero un brutto colpo. E non solo per un fatto umano, per una ovvia solidarietà di fronte alla malattia, ma perché era proprio sull’ex ministro degli Esteri che le tante donne del Colle puntavano per vedere rovesciata una tradizione finora soltanto maschile. Tramontata la Pinotti, in ombra la Cattaneo, mai decollata la Cartabia, defilata la Finocchiaro, non pervenute le altre: quale altra regina all’orizzonte può prendere il posto di King George? Eppure loro sperano ancora, […]

  

Un anticomunista sul Colle. Napolitano agli ex ds: conservatori

Dunque, la Cgil difende “interessi corporativi” e gli ex comunisti del Pd sono “conservatori”. Parole di Giorgio Napolitano, una vita nel partito. Ma adesso, dopo aver iniziato il suo novantesimo anno, dopo aver imboccato l’ultima – o la penultima? – curva del suo mandato, e soprattutto dopo aver avuto nel weekend un incontro riservato con Mario Draghi, il capo dello Stato ha tagliato anche quello che restava del cordone ombelicale. C’eravamo tanto amati. Lo strappo finale si è consumato sul lavoro, quando il capo dello Stato, inaugurando al Quirinale il nuovo anno scolastico, ha strapazzato i suoi antichi compagni del […]

  

Altro che mandato breve, re Giorgio completa la squadra

A Bruxelles Alberto abdica, all’ Aja Giuliana d’Olanda ha già lasciato il trono due mesi fa. A Roma invece, nonostante le voci periodiche,  King George non ha alcuna intenzione di mollare. Basta sfogliare l’agenda dell’ultima settimana per rendersene conto: in pochi giorni Napolitano ha fatto scudo a Letta, ha bacchettato Monti e Grasso, ha imposto l’acquisto dei contestati caccia F35, ha polemizzato e poi ricucito con gli americani per il caso Snowden, ha tenuto un paio di discorsi, ha spedito messaggi e telegrammi, ha ricevuto il premier libico, è volato a Zagabria, ha rassicurato Berlusconi, ha chiesto di tenere in […]

  

Il Re di sciabole © 2018