IPhoneography, ultimo atto. Dopo averne sentite e viste di tutti i colori sulla scatto-mania dilagante che caratterizza i nostri tempi, dopo i selfie, dopo le foto ai piedi, quelle dopo il sesso, l’ultima moda della fotografia fatta con il cellulare la lancia un ristorante londinese che non fa pagare il conto a chi immortala il piatto dove mangia e lo condivide poi on line su tutti i social network. Un modo, pare sicuro, per far pubblicità al locale e cenare gratis. Il posto si chiama The Picture House (letteralmente la casa delle immagini), e offre due piatti a costo zero agli hipster che si cimenteranno in questa nuova disciplina. In termini tecnici si chiama food photography, ma non è più quella che finisce su riviste e libri di cucina realizzata dai professionisti del genere con sofisticata tecnica e costosa attrezzatura fotografica. Oggi impazza su Instagram, Facebook o Twitter, si produce con un clic e degenera nell’eccesso. Tanto da stancare. Non c’è trattoria o pizzeria dove ci si trovi per una serata tra amici, senza che uno smartphone esca dalla tasca e scatti anche sugli avanzi della capricciosa e sul caffè. Non so, forse è un genere che fa passare un po’ la fame. Di certo fa passare la voglia di fotografare.

Tag: ,