C’è un fotografo che sta facendo una vacanza “diversamente comoda” di cui vi voglio raccontare. Lui si chiama Marco Tortato, in arte Yorick, è un bravo ritrattista e docente, collabora con diverse riviste, trovate bio e altre informazioni sul suo conto a questo indirizzo http://www.yorick-photography.com. In questa estate anomala, Yorick ha convinto tre allievi a seguirlo sulla Via Francigena per raccontare a piedi e con la macchina fotografica un pezzo di Italia da guardare lentamente e facendo fatica. Sponsorizzato nel percorso da Manfrotto e da Fujifilm, che gli hanno fornito cavalletti e una serie di fotocamere eccellenti, è partito zaino in spalla da Firenze sfidando il tempo incerto, la pigrizia, i muscoli indolenziti, i piedi doloranti, per percorrere la tratta che si snoda da Firenze a Roma. In questo momento sta tra Bolsena e Viterbo. Come un vero pellegrino, come Ulisse, come Dante, affronta il suo percorso con un senso di scoperta che a volte è stupore e a volte anche buffa ironia su se stesso. E’ passato da posti belli come la Val d’Orcio, San Giminiano, San Miniato, Radicofani, Siena, Acquapendente, Buonconvento e, nel mezzo del cammin della sua vita, fa test sulla Fujifilm X-Q1 o sulla X-E1 o sulla X-T1 e… su se stesso, mettendosi alla prova a ogni salita, a ogni curva del percorso. Sul blog che ha allestito proprio per l’occasione scrive: “Ad ogni passo la mente, anche se fiaccata e distratta da un corpo che langue ogni giorno di più, trova la forza di vagare tra pensieri, progetti nuovi, preoccupazioni e spesso si lascia prendere dalla memoria di qualche brandello di canzone che parte in loop ipnotico…”. Il suo spirito, il racconto, le immagini scattate lungo questa sua strada, li trovate qui:  http://zainidimegapixel.com/

 

Tag: , , , ,