fotoCi sono due fotografi in questo scatto in bianco e nero datato 1953. C’è Norma Jeane Mortenson, in arte Marilyn Monroe, la diva di tutte le dive di ogni tempo, alle prese con una fotografia in un momento di pausa durante le riprese di un film. Lei, ritratta da tutti i più grandi maestri dell’obiettivo della sua epoca fino a trasformarsi in icona, qui si mette elegantemente e morbidamente in posa, gioca, imbraccia una vecchia (allora all’avanguardia) Rolleiflex TLR a pozzetto e guarda concentrata nella direzione della sua inquadratura. Chissà chi ha davanti?, ci si chiede. Chissà cosa sta pensando di fermare in quel clic che avverrà tra poco? Chissà se sarà venuto bene?

E poi c’è l’autore che sta ritraendo lei. Lui si chiama John Vachon, un documentarista che lavorava per la rivista Look e aveva iniziato la sua carriera girando l’America per la Farm Security Administration. Sopravvisse all’attrice, ma è ancora oggi ricordato per un servizio che fece per Life e che la immortalava per la prima volta con Joe Di Maggio.

Tag: , , , ,