???????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????Muovendosi in quella “terra di mezzo” e di nessuno che sta al confine tra Stati Uniti e Messico, nel 2010 Paolo Pellegrin ha raccontato attraverso le immagini un luogo di forti tensioni razziali, di disparità e discriminazioni, dove chi viene dalla povertà rischia parecchio per approdare nel suo eden immaginario. Questo lavoro di Pellegrin, puripremiato reporter membro di Magnum Photo dal 2005 e vincitore di diverse edizioni del World Press Photo, verrà esposto da domani alla Leica Galerie Milano in via Mengoni 4 (angolo Piazza Duomo), in una mostra che si inaugura alle 18.30 e che raccoglie trenta scatti di forte potenza espressiva.

“Another Country”, questo il titolo dell’esposizione, racconta una delle tante tragedie dell’immigrazione nel mondo: persone povere che cercano di raggiungere gli stati ricchi e che subiscono intensi controlli da parte della polizia.  Il suo progetto è un reportage sociale e di denuncia che mette in luce le contraddizioni presenti nella cultura e nella società statunitense tra tensioni razziali e giochi di potere, violenza e senso di ribellione, maniacale controllo della polizia e apparente libertà per le minoranze presenti nel Paese. Parte del lavoro è inoltre dedicata a Guantanamo Bay e al carcere statunitense di massima sicurezza che Pellegrin ha fotografato a più riprese tra il 2006 e il 2012. L’autore inquadra una realtà fatta di violenze costanti e quotidiane da parte della società americana, di disuguaglianze razziali ed economiche, abusi di potere frutto di una cultura che promuove il sospetto e la sorveglianza sugli stranieri che provengono da Paesi poveri.

“Questi temi mi hanno affascinato – racconta l’autore – e dopo quel primo viaggio a sud-ovest sono tornato in America quasi ogni sei mesi. Non ero alla ricerca di una storia particolare, ma del tentativo di dare un senso a un ethos. Ho cercato di arrivare al nocciolo di qualcosa sull’America, il suo spirito e i suoi ideali, e i paradossi che contengono”

Another Country – Paolo Pellegrin
Leica Galerie Milano – Via Mengoni, 4 (angolo piazza Duomo)
Dal 17 dicembre 2015 al 31 gennaio 2016
Orari: lun 14.30-19.30/ mar-sab 10.30-19.30 – domenica chiuso
Ingresso gratuito

 

(Nella foto: “Due uomini che cercavano di entrare illegalmente negli USA corrono lungo il letto asciutto del fiume Rio Grande nei pressi di Ciudad Juárez, in Messico, dopo essere stati scoperti dalla polizia di confine statunitense. El Paso, Texas.
U.S.A. 2011″)

Tag: , , , , , , , , , ,