Lunedì 20 gennaio 2014 – San Sebastiano – Gioia Tauro

Sì, se tutte le barche e i pescherecci dei pescatori calabresi e siciliani e tutte le barche da diporto di tutta l’Italia Pulita e Solidale arrivassero fino all’imbocco del Porto di Gioia Tauro, tanto da tapparlo, Davide vincerebbe ancora su Golia. Il piccolo farebbe ancora paura al Grande e alla sua arroganza. 

E’ l’unica chance per tutti noi di non far mettere a repentaglio la nostra salute, la nostra vita. Quel carico di Sarin non deve arrivare a casa nostra. Quella nave danese con le sue 560 tonnellate e più di gas mortali deve essere costretta all’Indietro tutta!

Inutili tutte le penose rassicurazioni sui “RISCHI MINIMI”: che significa MINIMI? Giusto sarebbe stato “NESSUN RISCHIO”, ma sanno perfettamente di non poterlo dire, pena la smentita da parte di tutti gli esperti. E, dunque “MINIMI”. E, dunque, RISCHI SI’!!!

Rischi possibili per tutta la popolazione e per i lavoratori del porto stesso. Lo sanno bene anche loro. Ma la nostra e la loro voce viene, addirittura, derisa dal governo letta, dal ministro lupi, dall’ex mammana ministro bonino. Il premier non si esprime: la sua fissazione è l’incontro Berlusconi Renzi, che lo ha fatto rimpicciolire di mille taglie, fino a farlo diventare, nel mondo, poco più importante di un topo da laboratorio, già in laboratorio. La bonino, ora che ha riportato in Italia la shalabayeva e la sua famigliola, gira per il ministero mirandosi ad ogni specchio e recitando la formula “specchio delle mie brame, chi è la più cazzuta ministra di tutto il reame?” lupi ulula dalla sua poltrona contro chiunque tenti di parlargli delle rimostranze di noi calabresi: telefona al collega di partito, governatore scopelliti, e gli impone un silenzio istituzionale. Subito accontentato.

Oltre che i Sindaci dei Comuni della Piana, giusto Raffa ed Eroi, rispettivamente Presidente della Giunta e del Consiglio Provinciale di Reggio Calabria, fanno la staffetta tra il Palazzo di Reggio e il Porto di Gioia Tauro, per stare vicini ai lavoratori portuali e alla popolazione. Gasparri, senatore di FI, è arrivato da Roma con Jole Santelli, deputata e coordinatrice regionale, e promettono battaglia in Parlamento. In queste ultimeore, sono in Calabria anche dei rappresentati del M5S. Come dire, l’opposizione c’è quasi tutta (zero Lega e Vendola)! La maggioranza, no!

Alla maggioranza i voti della Piana fanno schifo? E anche le vite umane?

Non stiamo ad aspettarli. Tanto, non verranno! Anche se sarebbe bello vederli tutti schierati sul pontile a seguire tutte le 48 ore di trasbordo da una nave all’altra. Sicuramente, cerei per la strizza. Perché, lì a un metro dalla morte, sarebbero tutti sepolti dalla loro stessa paura…

RISCHI MINIMI, ripetono. Perché NESSUN RISCHIO non possono dirlo: non sarebbe vero!

Dai, su, prepariamole, quelle barche!!!

incorporato da Embedded Video

YouTube Direkt

… fra me e me. Più Davide, meno Golia!

 

 

Tag: , , , , ,