Roma kaputt (mundi)

7100398_MGZOOM

Mercoledì 28 dicembre 2016 – Santi Innocenti – a casa, a Taurianova Sciatta, sporca, depressa, povera, maltrattata. Abbandonata a zingari, clandestini, balordi e bastardi. Invasa da pellegrini da pranzo al sacco, che non lasciano un euro, che sia uno, nelle casse della Capitale. Snobbata dal turismo ricco e dimenticata dalle grandi aziende, le quali, invece, investono su Milano, resuscitata da una Expo che, pur vergognosa, ha saputo “vendere” il prodotto “Milàn”. Roma, la madre di tutte le città, la “testa del mondo”, al contrario, è in agonia! In mano, com’è, ad una banda di scellerati amministratori che la stanno ammazzando per […]

  

Rom, Caput Mundi!

111111

Sabato 24 settembre 2016 – San Pacifico – a casa, in Calabria Gliel’abbiamo consegnata! Roma, la Capitale d’Italia, la Testa del Mondo, la Città più bella del Pianeta è diventata, ormai, una sorta di grande campo zingaro senza legge e senza controllo.  Sono ovunque! Ricchi sfondati, sistemati in ville da schianto, cafone quanto vuoi, ma stracariche d’oro più delle casse della banca mondiale. Oppure sciancati e puzzolenti, a imporre il pizzo a chi si avvicina alle macchinette per fare il biglietto del metrò. Incinte o minorenni, armati di cartone e figlidiputtanaggine, pronti a scippare, per le strade del Centro, inermi […]

  

Cavalli sfiancati per le vie cittadine. Basta carrozzelle!

Venerdì 31 ottobre 2014 – Senza santi in paradiso – Lontano dalle città con cavalli sfruttati incorporato da Embedded VideoYouTube Direkt Com’è delizioso andar sulla carrozzellaaaa… Maddechè? Risponderebbe il mio amico Marco, romano de li Castelli e amante dei cavalli. Lui, i suoi cavalli, li alleva dopo averli salvati da morte sicura. Siamo stati allievi ufficiali di Cavalleria insieme, a Cesano. Poi, io partii per il Piemonte e lui rimase a Roma. Ci siamo rivisti dopo trent’anni. Andai a trovarlo a Velletri, a casa sua. Nei prati, pascolavano cavalli anzianissimi. Salvati dal mattatoio. Piansi. No! Non è delizioso andar sulla […]

  

Il blog di Nino Spirlì © 2019