Foibe. Martiri da NON DIMENTICARE. MAI!

Venerdì, 8 febbraio 2019 – due giorni prima della Giornata del Ricordo dei Martiri delle Foibe comuniste titine – da Casa Spirlì Ho già scritto tutto, qui e qui, sui Martiri delle Foibe (e non solo). Pensavo, stupido che sono, che, con gli anni che passano, chi poteva perdonare, lo avrebbe fatto, e chi avrebbe dovuto implorarlo, quel perdono, lo avrebbe fatto. Mi sono sbagliato, stupido che sono. Quando nel cuore e nella testa hai merda, come fai a implorare il perdono? Il perdono è fatto di sangue, sia nel chiederlo che nel concederlo. Perché è sangue morire! Far morire, invece, […]

  

#Foibe. Caro Dio, Ti scrivo…

1foibe-ricordo

Venerdì 9 febbraio 2018 – Santa Apollonia, Vergine e Martire – a Casa Spirlì, in Calabria Mio Carissimo Padre e Fratello, oggi, nel giorno dedicato alla venerazione della Santa Apollonia, martire della Fede in Te, Cristo Signore, aggiungo alle mie preghiere questa lettera resa pubblica nella speranza di una più ampia condivisione fra il popolo Tuo. Ti prego, Eterno Padre, di ricordarTi, oggi e sempre, di tutti quei martiri che, avvolti dall’odio titino, hanno incontrato la morte tragica nel buio delle #FOIBE, uccisi senza alcuna pietà perché Italiani. Donne e Uomini di ogni età. Vittime di una guerra  infame. Vittime […]

  

Morti delle Foibe. Martiri dell’odio comunista

Martedì 10 febbraio 2015 – Senza santi in Paradiso – Giornata dedicata ai Martiri delle Foibe – Redazione SUD, Area industriale porto di Gioia Tauro Basovizza, Gradisca, Lepoglava, Borovnica, Maresego, Aidussina, Sisak, Novo Mesto… E non sono tutte… Sono i nomi di alcune località dov’è avvenuto uno dei più atroci stermini del secolo scorso. Oltre diecimila italiani massacrati, torturati e gettati ancora vivi negli abissi della Terra, nelle Foibe, senza che nessuno fermasse i carnefici. I boia furono quasi completamente  comunisti iugoslavi, i cosiddetti partigiani, comandati da quel Tito, dittatore comunista, omaggiato anche da morto da Sandro Pertini (allora presidente […]

  

Il blog di Nino Spirlì © 2019