Nuovo appello di politici e imprenditori (non solo lombardi) per l’aeroporto di Malpensa, a Palazzo Mezzanotte (un tempo sede della vecchia Borsa) in piazza Affari a Milano: subito il Tavolo Milano per la moratoria dei tagli ai voli imposti da Alitalia, la richiesta al governo Prodi. Al convegno della Camera di Commercio sul futuro dell’aeroporto c’erano tutti, nella foto si vede Letizia Moratti, sindaco di Milano (leggi l’articolo) e il presidente di Air One, Carlo Toto ha presentato il suo piano per Alitalia e per Malpensa: ci devono essere due hub in Italia. (leggi l’articolo)Non entro nel merito del piano di Air One. Invece preferisco fornire spunti di riflessione, qualche cifra sulle ricadute economiche del declassamento di Malpensa, contenute in una ricerca commissionata dalla Camera di Commercio di Milano elaborato dal centro di ricerca sui Trasporti e le Infrastrutture (Crmt) dell’Università Carlo Cattaneo.
Il peso delle imprese lombarde nel settore dei trasporti è aumentato dal 5,6% al 10,9% tra il 1995 e il 2007
Il settore logistica ha attivato 6.000 nuovi occupati tra il 1998 e il 2006
Circa 2.000 imprese lombarde sono attive internazionalmente con almeno un’impresa controllata e partecipata all’estero (33,7% del totale Italia)
Il 52,3% delle imprese a partecipazione estera ha sede in Lombardia
6,3 milioni di passeggeri sono decollati da Malpensa nel 200 per destinazioni intercontinentali.
SE SI DECLASSA MALPENSA COSA ACCADE
493 voli settimanali soppressi; 43 rotte cancellate su 85 (-51%); 35 rotte ridotte di frequenza su 85 (-41%); 3 rotte intercontinenatli operative, 23 cancellate.
SCENARIO ECONOMICO
Perdita di valore aggiunto per il territorio e l’economia: stima entro il 2015 circa 10,6 miliardi di euro annui (1.116 euro per cittadino lombardo)
Perdita di entrate tributarie per il fisco: economia in recessione significa meno incassi per il fisco: circa 4,5 miliardi di euro (circa 600 milioni di euro all’anno).
PERDITA DI OCCUPAZIONE
L’impatto di ogni milone di passeggeri in più o in meno è di 934 addetti a livello di indotto: quindi la perdita di posti di lavoro è di 934 addetti per moltiplicato per il numero di passeggeri persi da Malpnesa con i tagli Alitalia: stimano 8 milioni di passeggeri, quindi sono circa 7.500 posti di lavoro a rischio.
LA CAMERA DI COMMERCIO HA LANCIATO IL “MANIFESTO PER SALVARE MALPENSA”. (leggi il manifesto)
ELENCO DEI PRIMI SOTTOSCRITTORI

  1. REGIONE LOMBARDIA  - PRESIDENTE ROBERTO FORMIGONI
  2. PROVINCIA DI MILANO – FILIPPO PENATI
  3. COMUNE DI MILANO – SINDACO LETIZIA MORATTI
  4. CAMERA DI COMMERCIO DI MILANO – CARLO SANGALLI
  5. COMITATO MALPENSA – PRESIDENTE GIANFREDO COMAZZI
  6. CONFINDUSTRIA LOMBARDIA – PRESIDENTE GIUSEPPE FONTANA
  7. ASSOLOMBARDA – PRESIDENTE DIANA BRACCO
  8. UNIONE DEL COMMERCIO DEL TURISMO E DEI SERVIZI – VICE PRESIDENTE VICARIO ADALBERTO CORSI
  9. COMITATO MALPENSA – PRESIDENTE GIANFREDO COMAZZI
  10. CCIAA DI MONZA E BRIANZA – PRESIDENTE CARLO EDOARDO VALLI
  11. CCIAA VARESE – PRESIDENTE BRUNO AMOROSO
  12. CCIAA NOVARA – PRESIDENTE GIANFREDO COMAZZI
  13. FIERA MILANO SPA – PRESIDENTE MICHELE PERINI
  14. CONFINDUSTRIA
    ALTO MILANESE –
    PRESIDENTE CORRADO BERTELLI
  15. ACAI MILANOASSOCIAZIONE CRISTIANA ARTIGIANI ITALIANI – PRESIDENTE CLAUDIO SEVERGNINI
  16. ALI LEGNANO – PRESIDENTE CORRADO BERTELLI
  17. ALSEA – PRESIDENTE BETTY SCHIAVONI
  18. ANCE – PRESIDENTE CLAUDIO DE ALBERTIS
  19. APA – PRESIDENTE DARIO VISCONTI
  20. APAM – PRESIDENTE CLAUDIO AGOSTI
  21. APIMILANO ASS.PICCOLE E MEDIE IMPRESE MILANO E PROV. – PRESIDENTE PAOLO GALASSI
  22. ASSIMPREDIL – PRESIDENTE CLAUDIO DE ALBERTIS
  23. ASSOCIAZIONE INDUSTRIALI DI MONZA E BRIANZAAIMB PRESIDENTE CARLO EDOARDO VALLI
  24. ASSOCIAZIONE INDUSTRIALI DI NOVARA – PRESIDENTE MARIELLA ENOC
  25. ASSOUTENTI LOMBARDIA – PRESIDENTE ROBERTO BRUNELLI
  26. CASARTIGIANI – PRESIDENTE CLAUDIO AGOSTI
  27. CDO – COMP.DELLE OPERE – PRESIDENTE MASSIMO FERLINI
  28. CITTADINANZA ATTIVA – VICE SEGRETARIO REGIONALE LIBERATA DELL’ARCIPRETE
  29. CNA – SEGRET. PROVINCIALE ORESTE BAIONI
  30. CODICI – CENTRO PER I DIRITTI DEI CITTADINI  PRESIDENTE ALBERTO PALAZZO
  31. CONFAPI  PRESIDENTE PAOLO GALASSI
  32. CONFCONSUMATORI LOMBARDIA  – PRESIDENTE FRANCESCA ARNABOLDI
  33. CONFCOOPERATIVE  UNIONE PROV.LE MI – PRESIDENTE ALDO SIRONI
  34. CONFESERCENTI MILANO – PRESIDENTE MAURO TOFFETTI
  35. CONFINDUSTRIA
    ALTO MILANESE
    – PRESIDENTE – CORRADO BERTELLI             
  36. CONIACUT COORDINAMENTO NAZI.LE CONSUMATORI UTENTI – PRESIDENTE EGIDIO RONDELLI
  37. EPAM – PRESIDENTE LINO STOPPANI
  38. LA CASA DEL CONSUMATORE – PRESIDENTE ALESSANDRO FEDEPELLONE
  39. LEGACOOP LOMBARDIA – PRESIDENTE LUCA BERNAREGGI
  40. MOICA MOVIMENTO ITALIANO CASALINGHE – PRESIDENTE TINA LEONZI
  41. MOVIMENTO CONSUMATORI NUOVO COMITATO REGIONALE LOMBARDO – PRESIDENTE CRISTIANO MACCABRUNI
  42. MOVIMENTO DIFESA DEL CITTADINO  LOMBARDIA – PRESIDENTE LUCIA MORESCHI
  43. UNIONE ARTIGIANI MILANO – SEGRETARIO GENERALE MARCO ACCORNERO
  44. UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI – PRESIDENTE ARMANDO GOLLINUCCI
  45. UNIONE REGIONALE LOMBARDA COMMERCIO TURISMO E SERVIZI – VICE PRES. RENATO BORGHI