Walter neo-comunista e D’Alema furioso

  Il primo applauso per Walter Veltroni in versione neo-comunista è arriva dal dipietrista Donadi: “Finalmente la pensa come noi…”. Applauso interessato e interessante che dice lunga sulla svolta veltroniana pronto a denunciare che l’Italia di oggi assomiglia alla Russia di Putin e che rischia una deriva autoritaria.  Veltroni attacca a testa bassa con un linguaggio e con temi fondati sull’anti-berlusconismo di sempre, una remake della politica della sinistra (senza centro…) a cui siamo abituati e che lui, in campagna elettorale, aveva abiurato. Altro che Veltrusconi. Siamo al Veltrepifani, o se si preferisce siamo al cofferatismo, come scrive il Riformista… […]

  

Alitalia, abbiamo “copiato” il sondaggio di Repubblica.it e i risultati…

 La drammatica vicenda di Alitalia, ormai sul baratro del fallimento, ha scatenato opinioni e commenti da parte dei lettori del Giornale.it: ne arrivano a centinaia pro e contro. Ma soprattutto contro il sindacato (Cgil, piloti e personale) che ha rotto il dialogo all’ultimo miglio negando la possibilità dar vita a quella Nuova Alitalia a cui hanno lavorato duramente il governo, gli imprenditori italiani della Cai e i sindacati confederali (Cisl, Uil e Ugl). L’ultimo “niet” è stato anche salutato dagli applausi dei lavoratori… L’Italia si rivela davvero, anche stavolta, uno strano Paese. Se si pensa che anche ad Air France […]

  

Scuola, chi ha paura della Gelmini

 Aggiorno il post, dopo l’inaugurazione ufficiale dell’anno scolastico ieri 29 settembre, al Quirinale. Leggi l’articolo: “Scuola, Napolitano promuove la Gelmini”. Chi tocca la scuola muore… in senso politico, ovviamente. Fare il ministro dell’Istruzione è un mestieraccio, proprio come fare il ministro della Sanità. Sai le polemiche e gli attacchi appena tocchi qualche boccia… In fondo, dai famigerati decreti delegati (imposti da sindacati e sinistra) di funesta memoria in poi molti, troppi ministri avevano scelto il “galleggiamento”: bastava fare come il ministro delle Poste di democristiana memoria. Creare posti di lavoro e raccattare voti. Proprio così (è giusto dire basta alla […]

  

Veltroni “grande elettore” degli immigrati… e Fini apre

Finalmente si rivede, Walter Veltroni, riemerso dagli ozi agostani. E si ricorda, il leader del Pd, di dire qualcosa di sinistra: primo pensiero, il voto agli immigrati. Proprio così. E per farlo scrive al presidente della Camera, Gianfranco Fini per sollecitare l’iter parlamentare l’esame della proposta di legge per concedere il diritto di voto alle amministrative ai cittadini “non italiani” che vivono e lavorano nel nostro Paese, voto che non richiede dunque la cittadinanza. E ovviamente se si vota ci si può anche candidare…. (basterebbe cambiare la Costituzione). Ricetta anti-xenofobia, insomma, per come la vede Walter. Peccato che, come ricorda […]

  

il Blog di Alberto Taliani © 2018