E Vendola duetta con Prodi…

Il nuovo Ulivo? Pare abbia le radici di quello vecchio. Nichi Vendola infatti tenta un’operazione di innesto politico dopo il patto delle tre Grazie (Bersani, Vendola, Di Pietro) a Vasto. In tre sul un palco per dire (o tentare di dire) che il nuovo Ulivo è nato, vive e lotta con l’opposizione. Forse era stato fatto un passo avanti di troppo, forse serviva una qualche correzione di rotta dopo la discesa in campo del cardinal Bagnasco e dei vescovi sul terreno di un “movimento” che unisca i cattolici in politica, preannuncio di una sorta di rifondazione democristiana. Sta di fatto […]

  

Veltroni, Bersani e il Partito Disunito

Non bastavano l’imbarazzante affaire Penati e il “patto di Vasto” con la stretta di mano a tre fra Bersani, Vendola e Di Pietro ha fatto subito gridare alla “rinascita” del nuovo Ulivo, subito guardata con sospetto dai dalemiani e dai veltroniani che ha fatto dire all’ex popolare:  “Sembrano le tre Grazie”. No, non bastavano. Contro il segretario del Pd si riapre il fuoco di fila degli avversari interni legato alla sua leadership e alle primarie. Così i veltroniani Giorgio Tonini, Stefano Ceccanti e Salvatore Vassallo, in un’intervista al Foglio, chiedono al Pd di aprire una verifica della leadership del partito […]

  

La super eco-tax di Pisapia

Equo, semplice e trasparente: parola del sindaco di Milano Giuliano Pisapia che dietro la foglia di fico degli slogan a effetto (ma chi ci crede più?) continua ad aumentare le tasse per tutti, a Milano. Dopo il pianto greco sui buchi di bilancio della Moratti, la stangata dell’aumento del biglietto dei mezzi pubblici da un euro a un euro e mezzo (ma non c’era l’inflazione programmata?), l’introduzione dell’Irpef, ora prepara l’altra “grande tosatura” contro chi usa l’auto o i mezzi da lavoro per entrare nel centro della città, dai “varchi elettronici”. E l’Ecopass, nato come ticket anti-inquinamento con la Moratti, […]

  

Bersani s’attacca alla Cgil…

 La mitica “cinghia di trasmissione” si è rimessa in moto: la Cgil scende in piazza e replica il rituale ormai stanco e usurato dello sciopero generale . E lo fa mentre l’euro affonda in Europa e lo stop proclamato dal sindacato rosso ha un conto finale per l’Italia di 5 miliardi. Susanna Camusso detta la linea all’opposizione e alla sinistra e va a testa bassa non solo contro governo e maggioranza ma anche contro la Cisl e la Uil che dello sciopero in questo momento non vogliono sentir parlare perché lo giudicano inutile, inopportuno, dannoso. Ma tant’è. I “signornò” del […]

  

il Blog di Alberto Taliani © 2018