Per la sinistra e i suoi adepti Mimmo Lucano santo subito

Mimmo Lucano con Saviano e Boldrini

Il sindaco di Riace vittima di uno Stato fascista e di una legge che manganella i giusti    Secondo gli illustri esponenti della sinistra al caviale spruzzata di champagne rosè i pm sono belli bravi e democratici solo se indagano Matteo Salvini e Berlusconi ma se osano toccare un loro protetto allora la magistratura diventa il braccio armato di uno “Stato autoritario con pulsioni fascistoidi”. Così si esprimono il testimonial della Rolex in maglietta rossa, alias Gad Lerner, fra un week end a Portofino e una colazione sul faraonico yacht dell’ingegner De Benedetti tessera n.1 del Pd e il noto […]

  

Crollo di Genova, tre domande a Delrio

Quel che resta del ponte Morandi

    Con la consapevolezza che ciò che è accaduto a Genova rappresenta un fallimento anche per lo Stato italiano, occorre ricordare che questa tragedia annunciata presenta due livelli di responsabilità: quello del decisore politico sulle grandi opere e sul modello di sviluppo da perseguire e quello della realizzazione e gestione in regime di concessione, dove il concetto di trasparenza (scandalosamente) non esiste e dove di fatto vige un sistema di oligarchie simil soviet. Alla luce di ciò, egregio on. Graziano Delrio, da giornalista e da cittadina italiana vorrei porle tre domande inerenti alla sua precedente funzione di ministro delle […]

  

Direttiva Copyright: la Commissione europea non eletta da nessuno vuole imbavagliare il web

Studenti di tutto il mondo, la pacchia è finita! Da oggi i temi di italiano e le ricerche di storia dovrete farle da soli, Wikipedia non potrà più venire in vostro soccorso. E già dal 3 luglio la versione italiana della più grande enciclopediaon line esistente, ha abbassato le saracinesche in segno di protesta contro l’approvazione della direttiva sul copyright, la riforma europea sul diritto d’autore che il Parlamento Europeo riunito in plenaria a Strasburgo voterà oggi. I maturandi hanno scampato il pericolo di un soffio, ma i loro colleghi universitari non potevano augurarsi disgrazia peggiore proprio durante la sessione estiva. Vabbè, […]

  

Non facciamoci illusioni Macron non è amico dell’Italia

Giuseppe Conte Emmanuel Macron Matteo Salvini

Si chiamano per nome, Emmanuel e Giuseppe, come due vecchi amici di liceo che nel frattempo hanno fatto carriera – e che carriera -, come due che si sono “presi” e piaciuti subito, vuoi per empatia, vuoi per quell’allure che contraddistingue entrambe, vuoi perché consapevoli di essere accomunati in qualche modo da un destino comune che, da semisconosciuti, li ha catapultati in un batter d’occhio fra i potenti della Terra. Ma al di là dei picchetti d’onore, dei soliti scontati convenevoli, dei volti distesi, delle photo opportunity di rito, delle pacche sulle spalle e dei sorrisi pro forma, la sostanza […]

  

L’irresistibile italica propensione a incensare i vincitori

Matteo Salvini Luigi Di Maio

  Ora siamo tutti grillini o in alternativa, ma pure in concomitanza, leghisti. Anzi salviniani. Appena quattro anni fa eravamo tutti super renziani, ma a fine 2011 fummo tutti montiani: ce lo chiedeva l’Europa. Il loden divenne la divisa d’ordinanza, lacrime (della Fornero) e sangue (il nostro) l’emblema di quella sciagurata stagione bocconian europeista. Ovviamente un attimo prima eravamo tutti berlusconiani gaudenti, sintonizzati su Mediaset e col Milan nel cuore; prima ancora dirsi seguaci del professor Prodi era un vanto. Veltroni poi, è sempre stato un evergreen soprattutto dalle parti di Viale Mazzini, dove l’influenza dell’ex potentissimo segretario Pd non […]

  

La capricciosa Maria Elena e le sue liaisons dangereuses

Meb red car

Talvolta i peggiori di nemici di noi stessi siamo proprio noi. E, sempre a noi, sta decidere come procedere nella nostra eventuale discesa verso l’abisso. L’immagine che i due sodali Matteo Renzi e Maria Elena Boschi stanno dando di sé in questi ultimi giorni è a dir poco sconcertante, ma è utile in quanto rivelatrice di quale sia la vera natura della persone, prima ancora che degli esponenti politici in questione. Un caso da studiare, quello degli enfants prodiges del Granducato: uniti (politicamente, s’intende) nella buona e nella cattiva sorte, simul stabunt simul cadent. Incapaci di una qualsiasi visione politica […]

  

Non solo emergenza migranti: torna la tratta degli schiavi

Sanasi D'Arpe, presidente World Food Programme

  Mentre l’emergenza immigrazione spacca in due l’Unione Europea, con una parte di essa che chiede collaborazione fra gli stati affinché si condivida il peso dell’ accoglienza dei migranti e l’altra – quella dei muri – che non vuole farsi carico dei flussi e pretende lo stop al metodo obbligatorio per la ricollocazione dei richiedenti asilo, un altro dramma si sta concretizzando a pochi kilometri dalle nostre coste. Sembrano storie appartenenti secolo scorso, eppure in Libia, dove regna il caos, da più di un anno vengono venduti all’asta giovani neri per qualche centinaia di euro. Braccia forti per lavorare nei […]

  

Opportunità per le nostre imprese: in Ucraina è più facile fare affari

Yevhen Perelygin, Ambasciatore ucrraino in Italia

  

Nuovi “leghismi” crescono: anche il Sud rivendica la sua macroregione autonoma

  A quanto pare non è solo il Nord a volere più autonomia dallo Stato centrale. E chi ce l’ha se la tiene ben stretta: «L’autonomia è la sfida del futuro anche a livello europeo non solo italiano: senza arrivare ai contrasti e agli scontri catalani, l’Europa deve fondarsi sulle autonomie». Si presenta così in Sardegna Matteo Salvini, che ieri è sbarcato a Cagliari per la prima manifestazione regionale del suo partito. Di autonomia nelle regioni del Sud aveva parlato anche Silvio Berlusconi, aderendo ai referendum indetti il 22 ottobre in Veneto e in Lombardia: bisognerebbe farli innanzitutto al Sud. […]

  

O Lega o niente. Salvini non vuole arrivare secondo

Salvini a PiazzaPulita

Aut Caesar aut nihil. Matteo Salvini ambisce alla leadership del centrodestra e al governo del Paese  Lega o Lega Nord? «Alle prossime elezioni ci sarà la Lega, punto. In tutta Italia». Matteo Salvini lo aveva anticipato giovedì sera in diretta su La7 a ‘Piazza Pulita‘ e lo ha ribadito il giorno dopo nel Consiglio federale del partito. Nel simbolo elettorale del Carroccio alle prossime politiche la parola Nord non ci sarà, coerentemente con la linea “nazionalista” del leader. Il passaggio da partito territoriale a forza trainante nazionale è irreversibile, rappresenta il naturale punto di arrivo di un percorso iniziato tre […]

  

Il blog di Laura Tecce © 2018