Con oggi e’ ufficiale anche io ho aperto un blog.
Ne sono più che contento e soddisfatto perché in questi anni in cui ho scritto per IlGiornale ho scoperto che fuori dalle porte delle nostre case esiste un mondo fatto di persone e storie straordinarie.
Storie di donne e uomini coraggiosi che combattono quotidianamente contro un destino che non e’ stato benevolo e lo fanno con caparbietà e con il sorriso sulle labbra.
Donne e uomini che hanno saputo costruire imprese epiche partendo dai loro drammi e che hanno accettato il guanto della sfida della vita con sempre immutata determinazione.
E’ così che nasce ilTerzincomodo con la volontà di raccontare le storie di chi non è mai, o quasi mai , stato raccontato.
Ma ilTerzincomodo e’ anche scoprire dettagli inusuali di luoghi, anche conosciuti e mai valorizzati, oppure ascoltare un punto di vista inaspettato da persone famose che svelano qualcosa di loro che mai ci saremmo attesi.
IlTerzincomodo scova nuove letture o vecchi libri così come nuove canzoni o recupera musiche che magari si sono dimenticate ma il cui significato e’ più che mai attuale.
Ecco il mio blog ha il significato di scovare, ricercare nuove storie o trovare, in vecchi fatti, un punto di vista inaspettato che ci permetta di riflettere e di non dare nulla per scontato.
Il nostro e’ un paese straordinario( siamo davvero il paese delle meraviglie ma non come racconta Crozza con ironia) fatto di persone che se ne infischiano della politica e di chi ci governa e che riescono quotidianamente a trovare le logiche per sopravvivere nonostante le ingiustizie.
Un fine settimana di qualche mese fa passeggiando per una città che amo in modo particolare, Sant’Arcangelo di Romagna il paese di Tonino Guerra, ho riscoperto sui muri della città la targa dedicata a Germano, il calzolaio oltre che assaggiatore di vini della città.
Sulla targa posta su di un muro così c’è scritto ” Germano e’ morto che aveva 94 anni povero com’era sempre vissuto. I parenti hanno trovato un suo libretto di Banca carico di soldi che lui si e’ sempre rifiutato di toccare. Erano gli assegni che da trent’anni gli arrivavano mensilmente per la morte nella grande guerra del giovane figlio ufficiale d’artiglieria”.
Anche questa, per esempio , deve essere una storia raccontata da ilTerzincomodo.

Tag: , , , , , , ,