Senza casa ha vissuto in un garage e riceve ancora i bollettini della Tari dal Comune

La vita per Giancarlo Scuotto e’ stata sempre un campo di battaglia condizionata da contnui errori della burocrazia. Decoratore, anche se lui con modestia si e’ sempre fatto chiamare imbianchino, subisce la prima crisi economica nel 2003 quando la ditta per cui lavorava chiude i battenti lasciandolo alla mercé di una quotidianità complicatissima. Giancarlo, sposato e innamorato dal 1980 della sua Antonia, era già padre di quattro bimbi ed abitava a Milano. La chiusura della ditta per cui lavorava lo mette nella condizione di non riuscire a pagare più quei 600 euro di affitto dell’appartamento che occupava. Così chiede al […]

  

Bombe inesplose e a Cala Zafferano non si fa più il bagno

Il nostro gommone punta dritto verso Cala Zafferano in Sardegna, vicino al porto di Teulada uno dei punti più a sud dell’isola. Accompagnati da un vento di maestrale ci accingiamo ad entrare in uno dei punti di mare più belli d’Italia . Acqua cristallina, spiaggia bianca soffice e finissima sono le caratteristiche che da sempre rendono questa spiaggia, raggiungibile soltanto via mare, unica ed incontaminata. Sono le 9 di mattina ed entriamo in questa straordinaria oasi naturale; rallentiamo l’andatura del gommone e rimaniamo incantati. Se dovessi dare un’immagine al Paradiso Terrestre darei quella di Cala Zafferano. Un silenzio quasi mistico […]

  

Basta un amante per rendere colpevole Bossetti?

Poche sono le certezze nella drammatica vicenda di Yara Gambirasio. La prima riguarda la tragica fine di una ragazzina di soli tredici anni uccisa nelle campagne della bergamasca il 26 novembre del 2010. La seconda il dolore senza fine dei genitori di Yara, un dolore che li accompagnerà per sempre nella loro vita. La terza la voglia di Giustizia di tutti noi; vogliamo conoscere quella bestia che ha ucciso una ragazzina innocente. In questa terza certezza ci aggrappiamo, giustamente, a quello che la Procura e le indagini hanno voluto raccontarci. Si vuole conoscere “il colpevole” e non avere tra le […]

  

Giorgio Canevari e gli squallidi commenti sui social network

Tutto è accaduto nelle primissime ore del mattino, poco dopo le 6 di mercoledì, nei pressi della spiaggia di Cala en Baster, a nord dell’isola di Formentera. Giorgio Canevari un giovane ventenne di Milano si è tuffato da una scogliera alta 10 metri perdendo la vita. Giorgio era in compagnia di altri due amici e stava ritornando a casa da una serata in un locale nell’isola spagnola. Fin qui la notizia gelida, fredda e drammatica. Subito dopo corre il pensiero alla famiglia e a chi e’ genitore come me,cresce l’angoscia che ci coglie quasi ogni giorno al pensiero ” e […]

  

Natalino Mele il bambino che vide il mostro di Firenze oggi vive senza fissa dimora

Le risultanze processuali hanno confermato che il primo omicidio del mostro di Firenze fu quello avvenuto a Castelletti di Signa il 21 agosto del 1968. Stessa arma, una Beretta calibro 22 con una “H” punzonata sul fondello usata per tutti i sedici omicidi avvenuto nelle campagne fiorentine e attribuite al mostro di Firenze. Se del “Mostro d Firenze” fiumi di inchiostro sono stati spesi di quel primo omicidio del 1968 che vide vittime una donna, Barbara Locci ed il suo amante ,Antonino Lo Bianco, poco si conosce. Ma ancor meno si è al corrente del figlio della Locci, Natalino Mele […]

  

Rinviata la mozione su Chico Forti in carcere a Miami; lui telefona e legge una sua poesia

Ancora una volta il Parlamento rinvia la mozione che avrebbe impegnato il Governo Italiano ad occuparsi del caso di Chico Forti, il nostro connazionale che da quattordici anni è ingiustamente detenuto in un carcere in Florida con l’accusa di omicidio e con la seria possibilità di rimanerci per tutta la vita. Chico Forti ha ancora una ultima possibilità di chiedere la revisione del processo e, qualora questa venisse rigettata, per il giovane Trentino le porte della galera si chiuderebbero per sempre. L’avvocato Tacopina sta alacremente lavorando per cercare di dare ancora una speranza al nostro connazionale, ma ad oggi è […]

  

Il blog di Giovanni Terzi © 2018