natalino mele unico testimone del Mostro di Firenze vive oggi come un senza fissa dimora

Le risultanze processuali hanno confermato che il primo omicidio del mostro di Firenze fu quello avvenuto a Castelletti di Signa il 21 agosto del 1968.
Stessa arma, una Beretta calibro 22 con una “H” punzonata sul fondello usata per tutti i sedici omicidi avvenuto nelle campagne fiorentine e attribuite al mostro di Firenze.
Se del “Mostro d Firenze” fiumi di inchiostro sono stati spesi di quel primo omicidio del 1968 che vide vittime una donna, Barbara Locci ed il suo amante ,Antonino Lo Bianco, poco si conosce.
Ma ancor meno si è al corrente del figlio della Locci, Natalino Mele che all’epoca dei fatti aveva solo otto anni e che si trovava addormentato sul sedile posteriore della Giulietta su cui furono uccisi la madre ed il suo amante mentre stavano facendo l’amore.
Natalino fu preso sulle spalle dal “Mostro di Firenze” portato ad un casale ad un chilometro di distanza e canto’ assieme all’omicidio una famosa canzone di quel periodo del cantante Antoine “la tramontana”.
Natalino fu dunque l’unica persona ad aver visto davvero il “Mostro di Firenze” ma i suoi interrogatori furono sempre all’insegna di una superficialità stupefacente e spesso venne trattato più come colpevole che come vittima.
Natalino fu abbandonato a se stesso, senza genitori,e oggi a cinquantaquattro anni vive senza una fissa dimora, dimenticato da tutti bazzicando associazioni che si battono per la difesa della casa; lui che una casa non l’ha.
Lo abbiamo cercato nella sua ultima dimora vicino Firenze ma abbiamo scoperto che da anni non viveva più in quella baracca posta in periferia.
Fino a quando, poche settimane fa, un fotografo Massimo Lensi non lo ha trovato con il megafono che partecipava ad una manifestazione davanti alla Prefettura di Firenze contro gli sgomberi delle case occupate.
Natalino e’ stato abbandonato a se stesso da tutti; in una società che mette sotto protezione spacciatori, mafiosi, delinquenti non è stata capace di aiutare un bambino, orfano a otto anni ed unico testimone di sedici delitti.
Come sempre la nostra appare una società debole con i forti e forte con i deboli; ma questa volta a farne le spese e’ stato un bambino.

Tag: , , , ,