Ho provato più volte ad aspettare Marita Comi la moglie di Massimo Bossetti fuori dal carcere di Bergamo dove il muratore bergamasco è rinchiuso da più di un anno accusato, e condannato, in primo grado all’ergastolo per l’omicidio della piccola Yara Gambirasio. È questa una storia terribile di rara crudeltà dove si è spezzata la vita ed i sogni di una ragazzina di 13 anni (oggi ne avrebbe 19). È una storia complicata dove le risultanze processuali, a mio modo di vedere, non sono esaustive di quell’ “oltre ogni ragionevole dubbio” che il diritto ci impone. Nella prima pubblicazione in […]