“Il tempo passa e la situazione non si sblocca – scrive Guido Bellosta su LombardReport.com - anzi il pessimismo inizia a prendere piede confermando quei timori che ci avevano fatto diminuire drasticamente la posizione azionaria.

Due giorni fa una potentissima casa d’affari americana avvisava la clientela che i crac di Facebook e Twitter potevano essere solo i primi segnali del ribasso … Oggi leggo sulla morning news di Mediobanca la lista di una trentina di titoli che seguono con i commenti giornalieri. Ebbene nessun buy, una decina di outperform ( azioni A2A, azioni Pirelli, azioni FCA, azioni Iren, etc.) e una lunga lista di “neutral”.

Agosto è un mese notoriamente statisticamente difficile.

Se vuoi leggere free per 3 giorni LombardReport.com clicca qui >>

Poco da esaltarsi.

Meno si rimane in contatto sul mercato – ragiona Guido Bellosta su LombardReport.com – e minori sono le possibilità di fare errori.

Per queste ragioni manteniamo la piccola esposizione sull’azionariato  presente nel portafoglio a scarso rischio ( azioni INTEK ordinarie, da alleggerire sul rialzo, azioni INTEK risparmio, mantenute, azioni Fine Foods, (azioni Innova Italy1) mantenute, qualche zioni IVS,un pugno di azioni RETELIT per andare all’assemblea ….).

E dimenticavo (scusate!) nella prima stesura di questo articolo le PLTE  (i risultati di Falck con l’incremento del vento nel primo semestre si rifletteranno anche probabilmente su PLTE) e il pugno “da scommessa” di Autme rimaste dopo il molto forte alleggerimento di sei mesi fa.

Troppo poco ?

Il mercato è sempre aperto … e possiamo cambiare idea.

Sempre strettamente monitorato da noi  il mondo dei preziosi in attesa di quel segnale rialzista che manca da un anno.

Perciò per ora niente da fare …

Le munizioni ci sono ma non si utilizzano ancora….

Pazienza.

Pazienza.

Pazienza …”

Se vuoi leggere free per 3 giorni LombardReport.com clicca qui >>