C’era una volta la Juventus Leggendaria

C’era una volta. Molte storie iniziano così, portando subito chi legge o chi ascolta il racconto in un tempo lontano, quasi inafferrabile. C’è però una storia che è ampiamente visibile a tutti, senza avere il bisogno di scomodare quelle poche parole così spesso usate, ed è quella della Juventus degli ultimi 7 anni. Possiamo infatti riferirci a questa squadra con “C’era una volta, ma c’è ancora”. Un po’ come una leggenda scritta sui libri che però puoi vedere nella vita di tutti i giorni. Da 7 anni nessuno festeggia più uno scudetto in Italia. L’ultima volta, infatti, è toccato al […]

  

Cinema feticista

Approfitto di questo spazio che mi ha concesso Il Giornale per fare una confessione. Ormai si sa, tutto avviene tramite social. Quindi anche io ho deciso di confessare questo torbido segreto sfruttando questo blog per fare una confessione: sono un feticista. Ebbene sì, l’ho detto! Adesso chi di voi leggerà questo post si chiederà quale oggetto inanimato o quale parte del corpo mi provoca eccitamento sessuale. La risposta è: nessuno. Ma facciamo un passo indietro. Su Wikipedia si legge che “in etnologia si definisce feticismo una forma di religiosità primitiva che prevede l’adorazione di feticci, ovvero di oggetti ritenuti dotati […]

  

Attentati inevitabili

A pochi giorni dal natale l’Europa si è trovata, ancora una volta, vulnerabile. È stato colpito uno dei simboli di questo periodo: il mercatino di natale. E poco importa che sia accaduto a Berlino, perché poteva accadere a Londra come a Parigi o a Roma. L’Europa è vulnerabile. Ma anche il resto del mondo è vulnerabile. Gli Stati Uniti lo sono, così come lo è il Canada o qualsiasi altro Paese al mondo. Il perché è presto detto: alcuni attentati non possono essere evitati. Forse qualcuno storcerà il naso dopo questa mia affermazione, ma è una conclusione a cui sono […]

  

Michelle Obama presidente degli Stati Uniti

Ricordatevi bene queste parole, perché provo a fare una scommessa. Il primo presidente donna degli Stati Uniti d’America (se un giorno decidesse di scendere in politica) sarà Michelle Obama. Ci sono vari motivi che mi spingono a dirlo. Uno dei motivi è strettamente collegato al risultato elettorale delle presidenziali. Gli americani hanno confermato, ancora una volta, che il loro voto va alla persona più che al programma politico o al partito. Votano la persona che riesce a mobilitarli, votano la persona che riesce a fargli credere in qualcosa o, più semplicemente, votano per la persona che non è quella che […]

  

Tutto il motomondiale: Rossi e l’Italia nell’Olimpo

Il prossimo 8 novembre si correrà l’ultima gara della MotoGP. Rossi è in vantaggio rispetto a Lorenzo di soli 7 punti, ma l’italiano, salvo ricorsi, partirà dall’ultima posizione. Recuperare e vincere il mondiale, quindi, sarà molto difficile. Servirà un miracolo, un’impresa eccezionale. O più semplicemente, servirà una gara alla Valentino Rossi. Analizzando tutte le statistiche della storia del motomondiale è infatti possibile vedere come Rossi possa essere ritenuto il più grande di tutti i tempi. Insieme ad Agostini, naturalmente. Ma Agostini, che ha vinto più mondiali, aveva dalla sua la possibilità di correre due mondiali contemporaneamente. Un po’ come se […]

  

La strage silenziosa: morire per la verità

C’è una strage silenziosa nel mondo, di cui poco si parla. Sto parlando dei giornalisti che vengono uccisi mentre svolgono il loro lavoro. Reporter che vengono ammazzati perché vogliono solo raccontare la verità. L’Isis ne ha uccisi molti. Tutti sequestrati e poi decapitati barbaramente davanti ad una telecamera dal boia che è stato ribattezzato Jihadi John. Ma i membri dello Stato Islamico, però, non sono i soli ad uccidere i giornalisti. Ne muoiono a centinaia nelle zone di guerra o in Paesi in cui il governo impone un certo tipo di notizie e, chi non si allinea o prova a denunciare […]

  

Eserciti e bombe nucleari: ecco chi spende (e chi ne ha) di più

Si cerca, soprattutto ultimamente, di stimare con esattezza il numero di soldati che l’Isis ha a disposizione. Il calcolo non è semplice, vista la scarsità di informazioni a disposizione delle forze di intelligence occidentali. È possibile però calcolare il numero di soldati a disposizione dei maggiori Paesi mondiali. Non solo, è possibile anche sapere a quanto ammontano le forze di riserva delle varie nazioni. È notizia di non molto tempo fa, ad esempio, l’utilizzo da parte dell’Ungheria dei riservisti. Chi sono i riservisti lo vedremo più avanti. spesa esercito | Create infographics

  

Pena di morte negli Stati Uniti: numeri e statistiche

Di recente è stato emesso il verdetto che ha giudicato colpevole James Holmes, il 27enne che ha commesso la strage del cinema di Aurora (in Colorado), dove ha ucciso 12 persone oltre ad averne ferite circa 70. La giuria, composta da nove donne e tre uomini, ha emesso la sentenza: ergastolo. Holmes ha quindi evitato la condanna a morte anche se l’accusa l’aveva esplicitamente richiesta. La sentenza di condanna a morte, secondo le leggi statunitensi, deve vedere concordi tutti i membri della giuria, altrimenti non può essere deliberata. Ma quanti sono gli Stati degli States che prevedono la condanna a […]

  

Game of Thrones: numeri, curiosità e teorie sul futuro

Una delle serie più seguite degli ultimi anni è Game of Thrones. Questa trasposizione televisiva della saga letteraria “Le cronache del ghiaccio e del fuoco” di George Martin, è amatissima dal pubblico, ma la cosa fantastica è che lo stesso pubblico odia profondamente questa serie. Le numerose morti dei protagonisti rendono Game of Thrones una serie che ha attirato le ire del pubblico, che puntualmente ogni anno riprende a vedere la serie tv (incrementando anche il pubblico). Di seguito analizzerò i numeri di GoT (acronimo di Game of Thrones), riporterò alcune curiosità e infine elencherò alcune teorie dei fan sul […]

  

I numeri sull’immigrazione: dagli sbarchi alle strutture temporanee

L’emergenza migranti occupa le prime pagine dei giornali e l’agenda dei politici. Alla stazione Tiburtina di Roma e alla stazione Centrale di Milano tantissimi migranti sono costretti a dormire per terra, con solo dei cartoni per coprirsi. A centinaia sono bloccati a Ventimiglia, al confine con la Francia, perché la gendarmeria francese non li lascia passare. Ormai da qualche giorno i migranti si trovano lì, e passano il tempo pulendo la scogliera. “Noi non torniamo indietro” e “via la polizia” sono gli slogan che usano. Sognano la Francia ma non solo, sognano le terre del nord. “La Francia non ha sospeso […]

  

Il blog di Girolamo Tripoli © 2018