L’emergenza migranti occupa le prime pagine dei giornali e l’agenda dei politici. Alla stazione Tiburtina di Roma e alla stazione Centrale di Milano tantissimi migranti sono costretti a dormire per terra, con solo dei cartoni per coprirsi.

A centinaia sono bloccati a Ventimiglia, al confine con la Francia, perché la gendarmeria francese non li lascia passare. Ormai da qualche giorno i migranti si trovano lì, e passano il tempo pulendo la scogliera. “Noi non torniamo indietro” e “via la polizia” sono gli slogan che usano. Sognano la Francia ma non solo, sognano le terre del nord. “La Francia non ha sospeso Schengen ma ha reintrodotto i controlli fissi alle frontiere con l’Italia che non sono previsti dal trattato“, riferiscono fonti italiane.

mentre per il presidente del Consiglio italiano Matteo Renzi “redistribuire solo 24mila persone è quasi una provocazione“, perché l’immigrazione “è un tema grave e diciamolo chiaro le risposte che l’Europa sta dando sono insufficienti. Nei prossimi giorni ci giochiamo molto dell’identità europea e la nostra voce si farà sentire forte perché è la voce di un Paese fondatore. Se il Consiglio europeo sceglierà la solidarietà, bene. Se non lo farà, abbiamo pronto il piano B. Ma sarebbe una ferita innanzitutto per l’Europa“.

Vediamo, di seguito, i dati riguardo l’immigrazione.