Arrivano i nostri…. era ora

Allora stanno per arrivare, finalmente. Arrivano per davvero questi bendetti campi pubblici che per anni e anni sono stati usati, a sproposito, solo per fare degli sciacqui alla bocca da personalità, più o meno autorevoli, del Circo verde. Arrivano, dunque. Se è vero come è vero che, nella riunione di venerdì, il Consiglio federale ha esaminato il progetto definitivo del percorso pubblico di 18 buche di Ponte Galeria a Roma, illustrato dai suoi due progettisti: Alvise Rossi Fioravanti e l’indimenticabile Baldovino Dassù. E se è vero come è vero che il Consiglio ha approvato anche lo studio di fattibilità, del […]

  

Aruba il Molinari tandem

Questa mi intriga. Francesco ed Edoardo Molinari rappresenteranno i colori azzurri dal 27 al 30 Settembre sul tracciato del Tierra del Sol Resort di Aruba nei Caraibi per giocarsi una posta molto importante. In buona sostanza in palio più che i quattrini ci sono infatti questa volta cinque posti per partecipare all’Omega World Cup, made in Cina, che si giocherà in Novembre a Shenzen. Alla medesima World Cup, è il caso di ricordarlo, prenderanno parte 28 squadre di due giocatori che si contenderanno un montepremi di cinque milioni di dollari. Solo che diciotto formazioni sono già ammesse di diritto alla […]

  

I monopoli di Stato:qualcuno mi aiuta a capire?

Scopro da un comunicato dell’Ufficio stampa della Fig che l’Aams,ovvero l’Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato, è diventata partner ufficiale della Federazione Italiana Golf.. Ve la faccio breve e vi giro il passaggio per me più incomprensibile del comunicato: <…L’accordo di sponsorship con la Federazione Italiana Golf consolida e rinnova l’impegno dell’Amministrazione, con l’obiettivo di contribuire a far conoscere questa attività sportiva, rivolgendosi alle famiglie e soprattutto ai giovani, nonché diffonderne i profondi valori che ne stanno alla base: il rispetto delle regole, lealtà, correttezza. Gli stessi principi radicati con forza nell’identità di Aams. La scelta dell’Aams si inquadra, quindi, […]

  

Quel tesoro di nome Eldrick

A questo punto dovrebbero fare una legge apposta per impedirgli di dare nell’occhio. Quando uno come Eldrick , aliasTiger, Woods infrange in un sol botto la barriera del suono dei dieci milioni dollari dovrebbero obbligarlo a tornare alla normalità, a tornare con i piedi per terra. A tornare a chiamarsi Eldrick, il suo innocuo nome di battesimo. Perchè Tiger non è più super Tiger, non è più nemmeno super super Tiger. Perchè per Tiger sono finiti gli aggettivi, le esagerazioni e i paragoni. Vincendo il Tour Championship (257 colpi – 64 63 64 66, ventitre sotto par), quarta e ultima […]

  

Smettiamola di prenderci sul serio

Cara Franz, grazie per avermi riportato coi piedi per terra, anzi sul course di tutti i giorni, con i rilievi che ha mosso al golf e ai golfisti. Sì, è vero siamo un po’snob noi golfisti. Perfino chi scrive di golf è un po’snob, lo ammetto . Basta ascoltare le conservazioni-telegramma alla bouvette delle prime nove, durante un torneino qualsiasi, per intuirlo. E per comprendere a fondo il difettuccio , la stessa attenzione è consigliabile porre, ascoltando le conversazioni-fiume, in club house, cioè alla diciannovesima buca. Quando raccontiamo agli amici ma anche agli illustri sconosciuti come sarebbe potuta andare la […]

  

Gente che si rimbocca le maniche

Questo post sembra giusto il seguito del precedente dedicato alla < la Banda degli Onesti>. Cioè tecnici imprenditori, uomini e donne di buona volontà che hanno deciso di mettere con serietà il loro impegno e le loro idee al servizio del golf. Ora, rileggendo la parola imprenditori mi è subito venuto in mente lui, Roberto Tomasoni. Un solido imprenditore bresciano, a denominazione d’origine controllata, che, pur non giocando a golf, a meno che non abbia preso a farlo in queste ore, ha deciso di portare tutta la sua carica d’entusiasmo e d’energia nel golf. Ha cominciato buttandosi a capofitto nel restyling e […]

  

La banda degli onesti

In tanti anni di frequentazioni di campi e di club houses, mi sono fatto un’idea piuttosto chiara. So che non farà piacere a molti ma vado ad esprimerla pubblicamente con la mia solita schiettezza. Il golf, credo sia acclarato, è in crescita. Sono anni che andiamo dicendo che il golf in Italia sta crescendo, quindi sono convinto anch’io che effettivamente sia così. Resta il fatto che, attratti da questa consapevolezza, ecco che, puntualmente, come i corsi e i ricorsi della Storia, sbucano uomini e donne che pensano, avviando le più diverse attività, in qualche modo connesse al golf, di arricchirsi […]

  

il Blog di Gabriele Villa © 2018