Figuraccia. Sì, ammettiamolo. Speravamo tutti in molto, molto di più, visto e considerato che le defezioni eccellenti erano tante e il campo dei potenziali, pericolosi avversari si era ridotto non poco. E invece.Invece è stata la Scozia di Colin Montgomerie e Marc Warren (263 – 63 68 66 66) a vincere la 53ª edizione della World Cup, ospitata per la prima volta al Mission Hills GC di Shenzhen in Cina. Una Scozia che ha vinto con un par alla terza buca di spareggio sugli Stati Uniti di Heath Slocum e Boo Weekley (263 – 61 69 66 67). Al terzo posto con 264 (64 71 62 67) la Francia (Gregory Havret/Raphael Jacquelin). E l’Italia? Già, l’Italia Per trovare l’Italia di Francesco ed Edoardo Molinari bisogna scivolare fino al 17° posto e cercare uno score di 276 colpi (65 68 69 74). Gli azzurri avevano iniziato bene, con un parziale di “meno 3″ a metà tracciato, poi hanno avuto un cedimento che si è evidenziato in particolare nelle ultime quattro buche in cui hanno perso quattro colpi con due bogey e un doppio bogey. Un’occasione sprecata. Com’è che si dice?Ogni lasciata è persa. Peccato, un vero peccato