Già,e se Tiger Woods fosse una donna, milioni di persone farebbero ugualmente il tifo per lui (anzi per lei)? E gli sponsor farebbero a  gara per conquistare un centimetro di spazio sulla sua t-shirt o sulla sua sacca? Scusate ma vorrei avere delle certezze  dopo che ho ascoltato alcune teleidiozie in una sorta di talk show in onda su un’emittente  americana  Il tema di fondo era  che le donne nello sport, fatta forse eccezione per l’atletica e la scherma, non suscitano alcun interesse. Insomma non se le fila nessuno. Figuriamoci nel golf che già ha il suo bel daffare per conquistarsi la popolarità che meriterebbe in giro per il mondo: ci vorrebbero centomila Laura Davies per fare un tentativo di clone di Tiger… La domanda che mi pongo e vi pongo è particolarmente opportuna visto l’approssimarsi dell’Open d’Italia femminile alle Rovedine.Davvero siamo così maschilisti e presuntuosi?