Matteo Manassero è stato nominato “The Sir Henry Cotton Rookie of the Year 2010”, ossia miglior debuttante della stagione 2010 dell’European Tour. Il riconoscimento gli è stato conferito grazie all’avvio record della sua carriera evidenziato dal successo nel Castello Masters, il suo 14° torneo da professionista, con cui è divenuto il più giovane vincitore di sempre nel circuito all’età di 17 anni e 188 giorni. Mi fa davvero piacere che Matteo sia entrato così in un albo d’oro che comprende, tra gli altri, i nomi di Nick Faldo, Tony Jacklin, Sandy Lyle, José Maria Olazabal, Colin Montgomerie e, in tempi più recenti, quelli di Sergio Garcia, Ian Poulter, Paul Casey e dell’attuale numero uno europeo Martin Kaymer. “E’ veramente un grande onore – ha detto Manassero – aver ricevuto questo premio sicuramente speciale, perché si ha una sola possibilità di vincerlo. Non pensavo di conquistare un titolo nel circuito così in fretta e nemmeno di divenire Rookie of The Year, però non ci poteva essere modo migliore per concludere la mia prima stagione da pro. Inoltre è un’emozione indescrivibile vedere il proprio nome accanto a quello di tanti campioni che hanno fatto la storia del golf. Cosa mi auguro? Di seguire le orme di Martin Kaymer, che ha avuto il premio appena tre anni addietro e che ora è leader nel continente”. Manassero è il primo italiano, il 46° giocatore nell’albo d’oro e il 10° dell’Europa Continentale, a ricevere il riconoscimento assegnato ogni anno dal R&A, dall’Association of Golf Writers e dall’European Tour.Che dite, discretamente meritato questo titolo?