L’appuntamento è per venerdì 7 ottobre fino a domenica 9 sul percorso del Picciolo Golf Club a Castiglione di Sicilia, nei pressi di Catania e Taormina.La gara si svolge sulla distanza di 54 buche, con taglio dopo 36 che lascerà in gara le prime 50 classificate, le pari merito al 50° posto e le dilettanti (sei ammesse) che rientreranno nel punteggio di qualifica.Il montepremi è di 200.000 euro con prima moneta di 30.000 euro.In campo 108 concorrenti provenienti da 23 nazioni tra le quali spiccano i nomi delle italiane Diana Luna, due titoli in stagione, cinque in totale e prima azzurra a entrare nella compagine europea di Solheim Cup (2009), Giulia Sergas, da anni nel LPGA Tour statunitense e apparsa in ottima forma nelle ultime settimane, Stefania Croce, che nella sua lunga e bella carriera è stata seconda in un major dopo playoff (2000, LPGA Championship), Veronica Zorzi, due vittorie nel LET, e Sophie Sandolo, tornata all’attività dopo un periodo di stop. E’ un’ottima occasione per le giocatrici italiane che non sono mai riuscite a vincere un torneo femminile europeo svoltosi in casa, ma naturalmente avranno di fronte una agguerrita concorrenza. Tra le straniere più accreditate ricordiamo due vincitrici dell’Open femminile, l’inglese Trish Johnson (2007), 18 successi nel curriculum, e la norvegese Marianne Skarpnord (2009), e altre avversarie di livello quali l’australiana Karen Lunn (9 titoli), la danese Malene Jorgensen, l’altra inglese Melissa Reid (3 titoli), seconda nell’ordine di merito e con molte chances di passare al comando, la spagnola Tania Elosegui, ex giocatrice di Solheim Cup, le francesi Virginie Lagoutte (3 titoli), Anne-Lise Caudal (1 titolo) e Caroline Afonso, la tedesca Caroline Masson, la gallese Becky Brewerton (3 vittorie e una presenza in Solheim Cup) e la sudafricana Lee-Anne Pace, lo scorso anno prima nella money list e in cinque tornei. Da seguire anche la 16enne ceca Klara Spilkova, di cui si dice un gran bene e testimone più eloquente di un Est europeo che cresce golfisticamente.