Non è andata poi così male alla fine.Giulia Sergas ha infatti offerto una nuova convincente prestazione in uno dei tornei che contano nella stagione, classificandosi al 12° posto con 279 colpi (71 72 69 67, -9) nell’Evian Masters, il prestigioso torneo disputato sul tracciato dell’Evian Masters GC (par 72) a Evian-Les-Bains in Francia. Ha vinto con 271 (71 64 70 66, -17) la 24enne coreana Inbee Park, che evidentemente sa scegliere i suoi obiettivi, perché aveva in precedenza colto un solo successo, ma in major (US Womens Open, 2008). Sono terminate al secondo posto con 273 (-15) Stacy Lewis, in vetta per tre giri, e l’australiana Karrie Webb.La Sergas ha iniziato al 24° posto (71, -1), è scesa al 48° (72, par), poi ha cambiato marcia nei due giri finali passando a un “-8″ complessivo, contro il “-1″ delle prime 36 buche. Con il 67 (-5), frutto di sei birdie e un bogey, ha risalito la graduatoria di 21 gradini. In precedenza aveva ottenuto due piazzamenti tra le top ten in due major, terminando nona nel LPGA Championship e quarta nell’US Womens Open. La triestina sta giocando su due fronti: nei suoi programmi immediati l’Irish Open (LET) della prossima settimana, poi quattro tornei nel LPGA Tour e il rientro in Europa per il British Open, quarto major stagionale (13-16 settembre). Seguiranno due settimane di riposo.Ricordo che era in lizza anche Diana Luna, che non ha superato il taglio (103ª con 152 – 76 76, +8) ma, giusto per consolarci e consolarla, la stessa sorte è toccata alla taiwanese Yani Tseng, numero uno mondiale. Dal prossimo anno il torneo diventerà il quinto major femminile, con il nome di The Evian Championship stravolgendo i canoni rituali che limitano questo tipo di gare a quattro. Per l’occasione il campo sarà rinnovato con molte variazioni e, in particolare, i green verranno ampliati.