Mentre l’azzurra Giulia Molinaro, 49ª con 362 (72 71 76 67 76, +2), non è riuscita per un solo colpo ad ottenere la ‘carta’ per il LPGA Tour 2013 nella finale della Qualifying School svoltasi al LPGA International sui due percorsi del Champions Course e del Legends Course, a Daytona Beach in Florida. La dilettante azzurra, 19ª dopo quattro giri, non è entrata tra le 48 promosse, penalizzata da un 76 (+4) nel turno conclusivo che le 71 concorrenti rimaste in gara dopo il taglio hanno effettuato sul Champions Course.Una conclusione piuttosto amara per l’italiana, che aveva superato brillantemente gli Stage 1 e 2 e che era rimasta sempre in zona qualifica nelle prime quattro frazioni della finale. Malgrado una partenza con un bogey e un doppio bogey, parzialmente compensati da un birdie, la Molinaro si era rimessa in partita con un birdie alla buca 12, ma nel finale tre bogey sono stati decisivi per il suo mancato ingresso nel tour. In vetta alla classifica hanno concluso alla pari con 347 colpi (-13) la 18enne dilettante thailandese Moriya Jutanugarn (68 66 69 70 74), che ha fatto corsa di testa solitaria fino alle ultime battute, e la canadese Rebecca Lee-Bentham (69 75 67 69 67) che l’ha raggiunta con un birdie sulla buca 18. La coppia ha preceduto di un colpo la giapponese Ayako Uehara (348, -12) e di tre Kathleen Ekey (350, -10).