Non vorrei che con le feste di mezzo fosse passato inosservato il grande trionfo di Stefano Mazzoli che ha letteralmente dominato nell’Orlando International Amateur, svoltosi sul percorso dell’Orange County National Golf Center & Lodge (par 72), a Orlando in Florida. Quindi mi affretto a sottolinearlo dato che il giovane alfiere azzurro ha concluso la sua corsa di testa con 205 colpi (68 66 71, -11), quattro di vantaggio sullo svedese Oskar Bergqvist (209, -7) e sei sullo statunitense Kyler Tate (211, -5). Il successo italiano è stato completato dal secondo posto nella gara femminile di Alice Barbieri (219 – 75 71 73, +3), superata con un birdie alla prima buca di playoff dalla venezuelana Ariadna Fonseca (219 – 70 74 75). Stefano è partito a gran ritmo, poi ha ulteriormente accelerato nel secondo giro con un 66 (-6), miglior score di giornata, e nel turno finale ha gestito il vantaggio di cinque colpi, senza tuttavia stare troppo sulla difensiva (71, -1 con tre birdie e due bogey), poiché Bergqvist ha provato a rimontare realizzando un 68 (-4) punteggio più basso del turno. Non è riuscito a salire sul podio l’austriaco Sepp Straka, quarto con 212 (-4) e hanno concluso in media classifica Michele Ortolani, 17° con 218 (73 69 76, +2), e Luca Cianchetti, 21° con 219 (73 71 75, +3). Stefano Mazzoli è nato a Segrate il 27 dicembre 1996. Portacolori del GC Monticello, ha vinto quest’anno l’International European Amateur Championship, ossia il campionato europeo dilettanti riportandolo in Italia per la seconda volta dopo il successo di Massimo Scarpa nel 1992. Tra le sue prestazioni migliori il terzo posto nel Finnish Amateur Championship. E’ stato campione italiano Ragazzi stroke play (2014) e nel 2013 ha fatto parte della squadra del GC Monticello che si è imposta nel Torneo di Qualifica.