Parliamone. Parliamone di Roberta Liti la giovane azzurra che ha vinto con 206 colpi (69 69 68, -10) il Ping/Asu Invitational, gara di College USA disputata al Karsten Golf Course (par 72) di Tempe in Arizona. E’ la terza vittoria stagionale dei dilettanti azzurri in campo internazionale dopo quelle ottenute da Letizia Bagnoli nell’87° Portuguese International Ladies e dalla compagine dilettanti nell’impegnativo “Quadrangolare” contro le selezioni di Spagna, Inghilterra e Germania, ossia tre delle formazioni più forti in continente. Roberta Liti, 22 anni, di Poggibonsi, portacolori del GC La Bagnaia, che sta completando gli studi negli Stati Uniti presso l’Arizona State University, è tra gli elementi di punta della compagine del proprio College, che ha dominato la gara. Con un gran giro finale in 68 (-4) colpi, dovuto a cinque birdie a un bogey, l’azzurra ha superato due compagne di squadra: Monica Vaughn (207, -9), che la precedeva di due colpi dopo 36 buche, e Krystal Quihuis, terza con 209 (-7). Più distaccate Ellen Takada (Washington), quarta con 211 (-5), Haley Moore e la svedese Linnea Strom, anche loro dell’Arizona State, e Paige Nelson (Kansas State), quinte con 214 (-2). All’inizio dell’anno Roberta Liti ha offerto un contributo determinante con il miglior score (67, -5) nella vittoria della sua Università in una sfida con la selezione dell’University of Denver sul percorso del Superstition Mountain in Arizona. Tra i successi dell’azzurra i titoli nazionali ragazze match play (2012) e medal (2013).