Francesco Molinari, numero 6 del world ranking , sarà tra i protagonisti del 76° Open d’Italia. Il quinto degli otto eventi stagionali delle Rolex Series dell’European Tour si giocherà all’Olgiata Golf Club di Roma dal 10 al 13 ottobre e sarà preceduto dalla Pro Am il 9 ottobre. Scenderanno in campo numerosi top player di livello mondiale che si contenderanno il montepremi di 7 milioni di dollari. Il torneo, punta di diamante del Progetto Ryder Cup 2022, sarà presentato ufficialmente in conferenza stampa il 30 settembre a Roma, alle ore 11.30 presso il Salone d’Onore del CONI. Intanto è scattata la vendita dei biglietti attraverso il circuito di vendita TicketOne (www.ticketone.it) e attraverso il sito ufficiale del torneo (www.openditaliagolf.eu). Cresce sempre di più dunque l’attesa per la massima manifestazione golfistica italiana. Un evento che la Federazione Italiana Golf, in accordo con l’official advisor Infront, organizzerà dando vita ad iniziative e attività per coinvolgere sia gli appassionati sia chi non si è ancora mai avvicinato al golf. Sarà una settimana che abbinerà l’aspetto agonistico all’intrattenimento del pubblico. In quest’ottica, proseguono a pieno ritmo e in linea con i tempi prefissati i lavori all’Olgiata Golf Club per la creazione del Villaggio Commerciale, del Villaggio Ospitalità, del Media Centre e di tutte le altre strutture di accoglienza per il pubblico e per gli addetti ai lavori. Francesco Molinari, vincitore di due edizioni dell’Open d’Italia (nel 2006 al GC Castello di Tolcinasco e nel 2016 al GC Milano), andrà a caccia del terzo successo dopo averlo sfiorato nella scorsa edizione al Gardagolf dove ha conteso il titolo fino all’ultima buca al danese Thorbjørn Olesen. Entrambi hanno fatto parte del trionfo del Team Europe nella Ryder Cup di Parigi dove Molinari è stato protagonista assoluto essendosi aggiudicato tutti e cinque i match disputati (nuovo record europeo).
Il vincitore della Race to Dubai 2018 ha vissuto un anno da sogno: dalla vittoria nel BMW PGA Championship, passando per il primo trofeo sul PGA Tour nel Quicken Loans National fino al trionfo nell’Open Championship (primo titolo azzurro in un major), il 36enne torinese ha avuto un’escalation di risultati entusiasmante. Una cavalcata trionfale culminata con la consegna del Collare d’Oro al merito sportivo, la massima onorificenza sportiva del CONI.La nuova stagione agonistica si è aperta con un altro exploit sul circuito americano dove ha conquistato il prestigioso Arnold Palmer Invitational.