Scusatemi la “deviazione” ma ormai un po’ mi conoscete, mi piace uscire dagli schemi, e quindi, soprattutto, in questo periodo mi sembra una nota stonata scrivere o parlare di golf quando tutto intorno a noi viene cancellato e/o sigillato. Sembra una nota stonata,almeno a me, insistere con putt,fairways e birdies. Occorre solo un po’ di riflessione.Per esempio ascoltarci. E ascoltare i battiti di vita attorno a noi. E così, a proposito di note, c’è chi le ha messe insieme.Tutte intonate e tutte a proposito. Con una magistrale opera virtuale che ha riunito 300 voci di 300 allievi di ogni età, distanti ma uniti nella musica per cantare tutti assieme e sentirsi più vicini in questi giorni di isolamento. Sono gli allievi di una delle scuole di musica più prestigiose d’Italia, la Scuola di Musica milanese Cluster, guidati dalla direttrice Vicky Schaetzinger e diretti dal maestro Piero Basilico che hanno realizzato una performance virtuale emozionante sulle note del brano ‘Revelation 19:1’ di Jeffrey LaValley. La scuola è ovviamente chiusa dall’inizio dell’emergenza e del lockdown, ma la voglia di far musica di allievi e insegnanti non si è fermata, non si è mai arresa. Si sono aperte aule virtuali con 40 insegnanti e un calendario di lezioni online fittissimo. Così per la Pasqua, ma non solo per tenerci compagnia per un giorno solo e per quel giorno, loro, gli allievi e gli insegnanti di Cluster hanno realizzato il video di cui qui sotto trovate il link. Soprani, tenori, bassi e contralti hanno imparato la parte guidati dal direttore del coro. Poi ognuno ha realizzato un video da casa con lo smartphone, mentre canta la sua parte. Grazie al lavoro minuzioso dei tecnici a Cluster sono riusciti a comporre questo qualcosa di straordinario.Che è un’alchimia magica di voci, volti ed emozioni.Ascoltatelo, vi conquisterà.