Il vino paga, ma se è di lusso

internet - materi -

  La filiera del vino italiano continua a pagare la stagnazione dei consumi delle famiglie, ma c’è una lingua di terra che corre dal Piemonte al Veneto dove, malgrado la crisi, resta elevato il valore dei vigneti a ettaro. Si tratta degil appezzamenti da Barolo nella bassa Langa, dei vigneti eroici di Chambave in Valle d’Aosta, attorno al lago di Caldaro in Alto Adige, nella piana Rotaliana a nord di Trento, nell’area delle bollicine del Bresciano, nella zona di Valdobbiadene nel Trevigiano, nel basso  Piave attorno a San Donà, sui Colli Euganei vicino a Padova. I dati sono di uno studio curato […]

  

La crisi ci spacca i bicchieri

Vino 02Prosecco Crimea

Dall’inizio della crisi è sparito dalle tavole degli italiani un bicchiere di vino su cinque ed i consumi di vino sono scesi al minimo storico dall’Unità d’Italia nel 1861. È quanto emerge da una analisi della Coldiretti presentata al Vinitaly. «Se all’estero i problemi vengono dalle imitazioni, in Italia sono crollati gli acquisti di vino delle famiglie e i consumi nazionali – sottolinea la Coldiretti – sono scesi attorno ai 20 milioni di ettolitri, dietro Stati Uniti e Francia, con un taglio del 19 per cento dall’inizio della crisi nel 2008». Se la media di consumo è al di sotto dei 37 litri a persona, solo il 21 per cento degli […]

  

Wall & Street © 2019