Grillo e Monti bloccano l’autostrada

La famiglia Benetton ha avuto «fegato» nel portare avanti operazioni di finanza straordinaria in un momento di incertezza politica come quello attuale. Vi abbiamo già raccontato del rischio che si corre nel proporre la fusione tra Atlantia (Autostrade per l’Italia) e Gemina (Aeroporti di Roma) o nel pensare allo scorporo dei duty free da Autogrill in un frangente caratterizzato dalla massima instabilità e, soprattutto, da eventuali «vendette» politiche, ove mai si insediasse un governo ostile alle società di servizi che fanno capo agli imprenditori di Ponzano Veneto. Oggi, però, possiamo – grazie agli analisti di Morgan Stanley – toccare con […]

  

Fonsai, la «Classe A» citofona a Cimbri

I soci di risparmio Fonsai provano la strada della mediazione con Unipol, lasciando un messaggio nella buca delle lettere dell’amministratore delegato Carlo Cimbri,  un po’ come farebbe un’assemblea di condominio rispetto all’odioso diktat del padrone di casa che vuole imporre i suoi ukase facendo perno sulla maggioranza dei millesimi. In gioco, giova ricordarlo, ci sono le modalità da seguire per calcolare i dividendi delle speciali azioni di risparmio «classe A» di Fonsai. Quelle con la cosiddetta «memoria», che dovrebbero ora recuperare anche le cedole non distribuite negli anni di magra precedenti. Wall & Street ha già dato voce sia alla […]

  

In Cattolica bisogna avere Fede

Cattolica convince il mercato e guadagna l’11,9% chiudendo a 14,04 euro in Borsa.  All’indomani della presentazione dei dati di bilancio, gli analisti di Intermonte consigliano di investire sul gruppo delle polizze guidato da Giovanni Battista Mazzucchelli. Il giudizio è outperform (meglio del mercato). Nel 2012 Cattolica ha raddoppiato l’utile, portandolo a quota  84 milioni di euro (contro i 42 milioni dell’esercizio precedente) e distribuirà ai soci un dividendo pari a 8 centesimi. Gli analisti di Intermonte si soffermano sul   «trend tecnico molto positivo» del ramo Danni, sostenuto dal settore Rc Auto, grazie all’efficienza dimostrata dal gruppo cooperativo veronese sul fronte dei sinistri. In particolare lo scorso anno […]

  

Fonsai, la “Classe A” fa l’imboscata a Cimbri

Wall & Street torna a occuparsi della vicenda Fonsai perché gli  azionisti di risparmio «Classe A» del compagnia assicurativa preparano l’imboscata alla grande  Unipol di Carlo Cimbri. La resa dei conti avverrà all’assemblea dei soci di risparmio in programma il 23 marzo (25 e 26 marzo in seconda e terza convocazione), quando l’avvocato Dario Trevisan, che li rappresenta, proporrà di bocciare le deliberazioni dell’assemblea del giugno scorso, inclusa quella sull’aumento di capitale da 1,1 miliardi che ha consegnato a Unipol il controllo dell’ex “casa Ligresti”. Trevisan chiederà inoltre di avviare azioni legali per rimuovere o dichiarare inefficaci gli effetti delle stesse […]

  

Fonsai, la «serie A» minaccia il recesso (Parte 2)

A suffragio della propria tesi, il legale propone  quindi uno scenario alternativo: trattare le azioni di risparmio di “categoria A” senza il raggruppamento e a parità di perimetro, ovvero dopo l’aumento di capitale (quindi con un effetto diluitivo).  Posto che Fonsai abbia  un utile e possa distribuire un dividendo base X. Il meccanismo di ripartizione tra le differenti classi di azioni sarebbe assoggettato allo schema sotto riportato: –          Azione di risparmio di “categoria A”:  0,065 euro per azione (dividendo privilegiato) + X = (0,065 euro + X) –          Azione di risparmio di “categoria B”:  0,036 euro per azione (dividendo privilegiato) + 0,013 euro per azione (retrocessione […]

  

Fonsai, ecco come si calcolano i dividendi

Il salvataggio di Fonsai da parte di Unipol che ha posto fine al gruppo  Ligresti è stato una delle operazioni più travagliate degli ultimi anni: Unipol (appoggiata da Mediobanca) e il fronte composto dal Fondo Sator di Matteo Arpe e da Palladio Finanziaria di Giorgio Drago  si sono a lungo dati battaglia per imporre la propria soluzione. Prima il collegio sindacale di Fonsai e poi la Consob di Giuseppe Vegas hanno criticato con durezza la vecchia gestione del gruppo assicurativo dei Ligresti, oggi oggetto di plurime indagini da parte della magistratura fino all’iscrizione nel registro degli indagati per concorso in falso in bilancio di Giancarlo Giannini, […]

  

Il Monte può evitare l’aumento

Il Monte dei Paschi deve necessariamente fare il tifo per una ripresa delle quotazioni dei nostri Btp. È quanto osservano gli analisti di Mediobanca nella consueta Wake Up Call. Se lo spread con il Bund si restringerà verso quota 160 punti (dagli attuali 303), la banca senese (che ha un’esposizione al rischio sovrano italiano di poco superiore 22 miliardi), le perdite sui derivati di copertura sui titoli italiani si ridurranno a zero portando il Core Equity Tier 1 al 12,5% (con i Monti-bond di prossima emissione raggiungerà il 10%).  A questo punto Mps potrebbe rimborsare 3,5 miliardi su 4,5 miliardi di Monti-bond […]

  

Wall & Street © 2019