Così l’ltalia tornerà al lavoro

La crisi ha lasciato senza lavoro una intera generazione di italiani: negli ultimi tre anni, calcola l’Istat, c’è un milione di disoccupati in più tra gli under35, di questi 750mila sono nella fascia di età tra i 25 e i 34 anni. Una situazione drammatica, provocata – come hanno spiegato Vittorio Feltri e Nicola Porro su il Giornale – dalla miopia con cui l’Italia schiaccia le proprie imprese, divorandole di continuo con adempimenti fiscali, costi inutili e lacci burocratici. Un cocktail che diventa mortale visto che il nostro sistema bancario non presta quasi più in centesimo a famiglie e imprese, perché già […]

  

Un lavoro per l’estate

A maggio la  disoccupazione in Italia ha raggiunto il 12,2%, il dato peggiore degli ultimi 37 anni: la situazione non era così allarmante dal 1977, in pratica dallo choc conseguente alla grande crisi petrolifera del ’73. Secondo l’Istat gli italiani senza lavoro sono infatti ormai 3.140.000, 56mila persone in più rispetto al già cupo aprile. Per alcune di queste persone potrebbe esserci la possibilità di rientrare nel ciclo produttivo, perlomeno temporaneamente, durante questa estate. Secondo Assolavoro sono infatti oltre  ventimila le offerte di “lavori estivi”, concentrate – come è prevedibile – per la gran parte nella ristorazione e nell’accoglienza. Le figure più richieste restano cuochi, barman, […]

  

Ecco come assumono le aziende

In Italia lavorare sta diventando sempre più un privilegio, sopratutto tra i giovani. La crisi sta producendo effetti devastanti sul nostro sistema industriale e una riforma della normativa rimasta a metà come quella firmata da Elsa Fornero non poteva che peggiorare le cose. La storia insomma era scritta e oggi, a confermarlo, è l’Istat: tra gli under 24 i disoccupati sono uno su tre. In attesa di una ripresa dell’economia italiana che sembra scivolare al prossimo anno, a questo punto la domanda centrale da porsi è come si fa a farsi scegliere dalle poche, o meglio pochissime, aziende che ancora […]

  

Italiani in fila per il mutuo, ma le banche non si fidano

Che il mercato immobiliare italiano stia cadendo a pezzi  è sotto gli occhi di tutti (l’Istat ha di recente calcolato un crollo del 23,6% delle compravendite) e  le banche non riaprono i rubinetti dei finanziamenti nel timore di scontrarsi con altre famiglie e imprese che non riescono a ripagare le rate: nel secondo trimestre 2012 sono picchiata anche i mutui erogati  (-41,2%) .  Che cosa è accaduto dopo? L’Osservatorio del portale Casa.it ha registrato a novembre un incremento delle richieste di mutui ( +7% rispetto a sei mesi fa),  perché le famiglie impegnate nella ricerca della casa restano numerose, quasi un milione secondo il Censis, […]

  

Wall & Street © 2019