Mercati, cosa fare con Trump

TrumpSourceWT 01

Se la vittoria di Donald Trump alle elezioni presidenziali americane vi ha sorpreso e il calo delle Borse mondiali vi sgomenta perché non avevate adottato «coperture» adatte in caso di scossoni, questo è il momento di rivedere le strategie di investimento. In primo luogo, niente panico: i movimenti speculativi in caso di esiti inattesi di consultazioni politiche (vedi Brexit) sono ormai pane quotidiano. In secondo luogo, rincuoriamoci con un po’ di statistica guardando a Wall Street. Il grafico a lato, elaborato da Source, evidenzia che storicamente i presidenti repubblicani sostenuti da un Congresso e da un Senato con maggioranze solide […]

  

È l’ora dell’oro

orooro grafico

Il trend rialzista del’oro non è terminato. E in questo periodo di vacche magre in Borsa vale la pena riflettere su questa possibilità, suggeriscono gli analisti di Swissquote, Arnaud Masset e Yann Quelenn. «Nonostante molti credano che il metallo giallo sia inutile anche perché non offre dividendi, ci sono diversi segnali che ci convincono del contrario e soprattutto del fatto che le pressioni al rialzo siano in aumento», osservano. Negli ultimi quattro anni, i prezzi sono scesi del 30 per cento. Ciò significa, secondo gli esperti, che gli investitori hanno fiducia nelle politiche delle banche centrali. «L’oro ha ripreso la sua risalita proprio mentre […]

  

Wall Street conta più di Bruxelles

bruxelles 01eurostoxx50SPX500

Abbiamo pensato, abbiamo riflettuto, ci siamo commossi per gli attentati di Bruxelles. Ma, poi, alla fine prevale sempre una domanda utilitaristica e sacrosanta: «E ora che ne sarà dei nostri risparmi investiti? Ci dobbiamo aspettare un’altra turbolenza?». La risposta proviene da Stefano Gianti, Arnaud Masset e Yann Quelenn analisti di Swissquote, secondo cui «sicuramente le prossime trimestrali Usa detteranno il trend dei mercati nelle settimane che verranno». Come si vede dal grafico a fianco l’indice Eurostoxx 50 non ha per nulla risentito degli attacchi di Parigi di novembre scorso ma ha cominciato un triste declino verso la fine del 2015 quando si […]

  

«Comprate mutui e vendete euro!»

E adesso che è arrivato il tanto atteso Quantitative Easing (QE) che cosa cambia? Questi 1.140 miliardi che saranno messi sul mercato (al ritmo di 60 miliardi di euro al mese di acquisti di titoli di Stato di Eurolandia da parte della Bce a partire da marzo prossimo fino a settembre 2016) miglioreranno le nostre vite? Il bazooka di Mario Draghi ucciderà la crisi? Non è semplice rispondere a tutte queste domande. In primo luogo, perché quello che è successo oggi è destinato a creare effetti nel medio termine, perciò è impossibile stabilire con certezza che all’immissione di liquidità sul mercato […]

  

«Chi punta sull’oro pagherà meno tasse»

  Reduce da un “folle volo” e da una caduta, il mercato dell’oro sta segnando da settimane repentini cambiamenti di direzione. Un andamento da elettrocardiogramma, “laterale” per usare le parole degli analisti che continuano a dividersi su quali saranno le quotazioni dei prossimi mesi. Proseguiamo allora la galleria di interviste agli esperti avviata con Confinvest su che cosa fare con i Marenghi e le Sterline ereditate dai nonni e con Banca Etruria sull‘opportunità di puntare sui  lingotti, entrando nel mondo dell’ “oro di carta” con Massimo Siano, capo di Etf Securities in Italia e Francia. Parliamo in particolare della possibilità di scommettere […]

  

La Borsa aspetta le casalinghe

  Attenzione! Questo post non è né sessista né, tantomeno, maschilista. Il fatto è che in Germania si chiama «rialzo della casalinga», il picco degli indici di Borsaderivante da acquisti massicci non solo degli investitori professionali, ma anche dei piccoli risparmiatori. Per un operatore tedesco quando le casalinghe iniziano a controllare l’andamento dei listini, significa che è arrivato il momento di vendere perché si è avvicinato al mercato anche il grande pubblico, quello che resterà con il cerino in mano quando i corsi, inevitabilmente, prenderanno la strada del ribasso. Messa così, potrebbe sembrare che la Borsa sia una trappola per […]

  

L’età dell’oro non è finita (forse)

Wall & Street ve ne sta già parlando da qualche giorno. Prima vi ha fatto ascoltare il parere di  Confinvest F.L., società che si occupa di trading in oro monetato, poi ha dato spazio anche all’opinione di Banca Etruria, che ha una lunga tradizione nel commercio dell’oro (anche per motivi storici legati al distretto orafo di Arezzo). Il tema, il calo delle quotazioni nelle ultime due settimane,  l’abbiamo già enucleato. Ora si tratta di esaminare i motivi tecnici che hanno portato la scorsa settimana il metallo prezioso a toccare un minimo a due anni a 1.322 dollari l’oncia, punto di minimo dal quale […]

  

Oro in frenata. Ecco cosa fare

Questa settimana l’oro è passato di mano sui mercati internazionali ai prezzi che rappresentano il livello più basso degli ultimi due anni, oggi a Singapore è tornato sopra quota 1.400 dollari l’oncia, ma secondo gli analisti la frenata proseguirà. Dopo aver corso a perdifiato, quello che è universalmente considerato il bene rifugio per eccellenza è stato piegato da investitori che sono tornati a puntare sulle Borse, sfruttando l’ondata di liquidità a basso costo messa a disposizione delle banche centrali, a partire da quella del Giappone. Wall & Street aveva già chiesto a Confinvest come far fruttare al meglio i Marenghi e […]

  

«Come guadagnare con Marenghi e Sterline d’oro»

L’oro brillerà meno del previsto.  A sostenerlo sono gli analisti di Credit Suisse e quelli di Goldman Sachs: la banca elvetica ha abbassato le stime  del 9,5% a 1.580 dollari l’oncia per quest’anno e del 12,8% per il prossimo; quella americana vede il biondo metallo rispettivamente a 1.545 e 1.350 dollari l’oncia. In questo contesto qual è la strategia migliore per gli italiani che durante la crisi hanno cercato nei lingotti e nelle monete auree un rifugio per i propri risparmi falcidiati dal crollo della Borsa? Giriamo la domanda a  Roberto Binetti, fondatore e amministratore delegato di Confinvest Fl, storico operatore italiano […]

  

Mediobanca: Italia ostaggio del Fiscal Compact

Il report di Mediobanca Securities sulle elezioni italiane ha fatto molto rumore. La precisa analisi di Antonio Guglielmi, sostanzialmente, indica due possibilità strettamente politiche dopo il 25 febbraio: un pronto ritorno alle urne perché un’eventuale asse Bersani-Monti non avrebbe la forza necessaria per portare avanti un cammino riformista. un ricorso al bazooka della Bce, l’Omt, per mettere il Paese al riparo da un nuovo attacco speculativo sui titoli di Stato nel caso in cui a prevalere fosse il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo, «sgradito» ai mercati internazionali. Un’altra incognita sullo spread, secondo Mediobanca, sarebbe poi rappresentata dalla variabile politica connessa al […]

  

Wall & Street © 2019