I grandi investitori bocciano l’Italia per lo stallo politico che ancora strozza il Parlamento a 50 giorni dalle elezioni,  ma non vedono un rischio di contagio per l’Europa. La diagnosi è il cuore del tradizionale sondaggio condotto Morningstar su 16 società di gestione e intermediazione che operano in Italia. Rispetto a marzo, le previsioni per l’Italia sono peggiorate. Oltre il 31% dei gestori si aspetta un ribasso nei prossimi sei mesi (nessuno a marzo) e un altro 25% prevede l’oscillazione attorno agli attuali livelli. Gli ottimisti sono passati dal 43 al 37,5%. Il settore finanziario, che è quello che pesa […]