È sempre colpa dell’hacker russo

RussianHackerAlessandro CurioniGentiloni telefono

Negli ultimi anni anche Internet ha scoperto il suo «Grande Satana», epiteto che nel mondo reale fu attribuito da Khomeini agli Stati Uniti di Ronald Reagan. Il diavolo della Rete sembra essere la Russia di Putin. Da qualche tempo qualunque attacco informatico sembra essere orchestrato da abili gruppi hacker al soldo del governo di Mosca. Chi saccheggia la posta elettronica di Hillary Clinton durante la campagna elettorale? I russi. Chi minaccia le elezioni presidenziali statunitensi? Ancora loro. Chi spia la nostra Farnesina? Sempre loro. L’elenco potrebbe proseguire quasi all’infinito. Servirebbero quindi alcune considerazioni sul tema che noi abbiamo chiesto, come al solito, […]

  

Comandare è fottere

Renzi - fottereCelli-Pier-Luigi

Politica e management non sono poi così diversi. La differenza sta nelle dimensioni dell’azienda e forse nemmeno in quelle visto che una grande multinazionale come Eni possiede un fatturato praticamente comparabile con il Pil di una media nazione (oltre 100 miliardi di euro). Forse la politica è talvolta più «democratica» dell’economia perché il capo lo scelgono gli stakeholder, cioè tutti gli elettori che partecipano al voto, mentre il capo di una grande azienda se la proprietà non è diffusa lo sceglie l’azionista di maggioranza. Situazione simile a quella del nostro premier Matteo Renzi che è arrivato a Palazzo Chigi in […]

  

Non abboccate all’amo degli hacker!

Hacker 04Pesci nella rete

  In Italia 25mila furti d’identità e 11mila reati informatici vengono denunciati ogni anno, oltre 100mila sono le vittime dei virus informatici, mentre un milione di nuovi malware appaiono su Internet ogni giorno. Forse non dobbiamo chiederci se potrebbe capitarci, ma quando. Ecco perché il nostro esperto del mondo digitale, Alessandro Curioni, fondatore di Di.Gi. Academy, ha scritto Pesci nella rete, un utile «guida per non essere le sardine di Internet». Utilizzando un linguaggio che mette in soffitta il gergo tecnico e informatico, l’autore affronta il tema dei rischi connessi all’utilizzo delle nuove tecnologie, tematiche che già sul nostro blog Curioni […]

  

Gli affari sporchi del deep web

Frank UnderwoodTorAlessandro Curioni

  Il grande pubblico lo conosce perché in una puntata di House of Cards il protagonista Frank Underwood vi cerca un killer per eliminare il suo rivale politico. Ma il deep web è tutt’altro che una fiction: è una realtà (virtuale) nella quale navigano spacciatori di droga,  assassini, trafficanti di armi e di bitcoin taroccati, pedofili e soprattutto hacker. Questo mondo ha una porta di accesso che si chiama Tor: un semplice software che potete installare sui vostri computer (ma ve lo sconsigliamo fortemente perché da quel momento in poi i vostri dati sarebbero a forte rischio) e che altro […]

  

Android è arrugginito, dai virus

L’attacco con «bombe a grappolo» lanciato da Google continua a  mettere a dura prova Apple: gli smartphone e i tablet Galaxy di  Samsung sottraggono parte del fascino (e dei primati un tempo esclusivi) a iPhone e iPad. ChromeCast offre  una alternativa low cost alla Apple tv. Google sta  macinando profitti crescenti (3,42 miliardi di dollari nel secondo trimestre), complice la spinta della pubblicità, ma Android sembra denunciare una ruggine ben peggiore  del baco che continua ad affliggere Apple. Prima di proseguire è doveroso dichiarare  un conflitto di interesse:  sia Wall sia Street hanno (con piena soddisfazione) in tasca, in borsa  e sulla scrivania molte […]

  

Wall & Street © 2019