polettiPoletti Giuliano, perito agrario della “classe” 1951, perché non si prende una bella vacanza? Dal governo, vogliamo dire, di cui è Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali. Lei e la sua signora, ovviamente assessora anche lei, come direbbe la Boldrini. Tre mesi non saranno sufficienti per rimediare un titoletto di studio, per quanto esistano scuole di recupero che fanno miracoli, ma il tempo potrebbe esserle sufficiente per fare buone letture, studiare, fare cruciverba e, semmai, riposare e godersi un po’ i figli, dopo lunghi decenni di militanza comunista e una ultraventennale esperienza nella cooperazione sino all’agognata e lautamente remunerata presidenza della Lega Coop. Non stiamo dicendo che lei i bambini vorrebbe mangiarli, sia chiaro, ma piuttosto tenerseli a scuola anche d’estate invece che far praticare loro quella pallavolo che lei, quand’era ragazzino, tanto amava. “I miei figli d’estate sono sempre andati al magazzino della frutta a spostare le casse”, si è vantato. Ma bravi! In Italia sarebbe reato: sfruttamento del lavoro minorile, ma magari parlava di quand’erano già maggiorenni. E poi questi sono dettagli, quel che conta è l’esempio. All’imprenditore rosso, naturalmente, è prontamente arrivato il soccorso del ministro dell’Istruzione. “Un mese di vacanza va bene – ha dichiarato la collega Stefania Giannini – ma non c’è un obbligo di farne tre. Magari uno potrebbe essere passato a fare formazione”. Com’è che si chiama? Stage. Un bello stage non si nega a nessuno. Ovviamente a carico del personale docente: quello meno pagato (motivato) di tutta Europa, ma queste sono cose che lei già sa. Corsi magari gratuiti, aggratis – per dirla alla romanesca – e meglio ancora se a pagamento delle famiglie italiane, come se non fossero abbastanza vessate. Cari ministri, suvvia, lasciate in pace i nostri ragazzi e profittate del tempo libero che avete, voi più di chiunque altro, degli interminabili fine settimana, delle lunghe pausa dell’estenuante lavoro parlamentare, per LAVORARE. Almeno tre mesi l’anno. Do you understand?

Tag: , , , ,